Ultimo evento estivo del Circolo Vela Gargnano con tanti giovani amici.

La Childrenwindcup ha chiuso l’estate velica sul lago di Garda

07/10/2013 in Vela
Di Redazione

La Chil­dren­wind­cup ha chiu­so l’es­tate vel­i­ca del e del lago di Gar­da.

L’even­to ha vis­to nav­i­gare, insieme, gli equipag­gi più sim­pati­ci al mon­do, a com­in­cia­re dai pic­coli dei repar­ti di Onco-ema­tolo­gia Pedi­a­tria del Civile di Bres­cia diret­to da Ful­vio Por­ta, al pupaz­zo Prezze­mo­lo di , a Moreno Morel­lo di “Striscia”, al cap­pel­lano del Bres­cia Cal­cio mon­sign­or Clau­dio Pagani­ni, alle cam­pi­onesse mon­di­ali del Feva Fem­minile Por­ro-Dal­l’O­ra, ai cam­pi­oni ital­iani del­l’As­so 99 Zam­boni-Omboni raf­forza­ti alla tat­ti­ca dal cam­pi­one mon­di­ale 2013 Under 19, Gian­lu­ca Vir­gen­ti, agli stu­den­ti del Cus Bologna.

L’appuntamento con la “Chil­dren” (che è coin­ciso con le pre­mi­azioni delle regate inter­nazion­ali di Gor­la e 63a , è così diven­ta­to l’at­to con­clu­si­vo di buona parte del­l’an­na­ta ago­nis­ti­co-orga­niz­za­ti­va, che gra­zie alla sue numerose col­lab­o­razione coin­cide un po’ con quel­lo che è accadu­to nel mon­do del­la vela dei laghi bres­ciani.  L’e­sem­pio è il prog­et­to “Gar­da-Sebi­no”, i gio­vani Under 17 del barchi­no del doppio “Rs Feva”. Dopo il tito­lo Mon­di­ale mer­i­ta­to nel 2012, la squadret­ta trans-lacus­tre ha saputo offrire una nuo­va grande sta­gione. A Mari­na di Gros­se­to ha parte­ci­pa­to alla nuo­va cor­sa all’iri­de. Gra­zie a Andrea Francesca Dal­l’O­ra (che cor­re­va con la tim­o­niera del lago d’Iseo Margheri­ta Por­ro) ha con­quis­ta­to il tito­lo tra le ragazze, men­tre 4° asso­lu­to si è piaz­za­to l’e­quipag­gio com­pos­to da Leo Stoc­chero (CVT Mader­no) e Gian Luca “Pon­ci” Vir­gen­ti (CV Gargnano). I pic­coli del­l’ han­no vin­to moltissi­mo  con la squadra del “Bio Team” che vede la col­lab­o­razione con il Cir­co­lo Vela di Toscolano-Mader­no. I fratel­li Mar­co e Pao­lo Cav­alli­ni han­no vin­to il più affol­la­to tri­col­ore per le clas­si monotipo del Gar­da, quel­lo del Pro­tag­o­nist. Sul piano orga­niz­za­ti­vo a Gargnano si sono dis­pu­tati, in questo 2013, il tri­col­ore delle “Access Class” (le barche acces­si­bili per chi ha prob­le­mi motori, in col­lab­o­razione con Hyak Onlus e la Can­ot­tieri Gar­da), il tri­col­ore e Asso 99, la Euro Cup Mas­ter dei Laser pres­so la base logis­ti­ca di a Cam­pi­one del Gar­da, l’Europeo Fun e nuo­va­mente a Uni­vela di Cam­pi­one, la Italia Cup, man­i­fes­tazione Inter­nazionale sem­pre per il sin­go­lo Laser con al via ben 240 skip­per. Una serie infini­ta di regate  che con­fer­mano, al di là di qualche imman­ca­bile crit­i­ca, la grande pas­sione che aleg­gia nelle pres­ti­giose sale del Cir­co­lo Vela Gargnano.

Il prossi­mo tra­guar­do sarà nel 2014 l’event test del­la rega­ta abbina­ta ad .