Un convegno in autunno sul calo della pescosità del Garda

La Comunità s’interroga sui pesci

30/06/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Arco

La scom­parsa, forse solo tem­po­ranea, di alcune specie ittiche dalle acque del Gar­da, ed il con­clam­a­to calo com­p­lessi­vo del pesca­to, saran­no ogget­to di un con­veg­no a Desen­zano nel prossi­mo otto­bre che la ha annun­ci­a­to ieri mat­ti­na nel cor­so del­l’assem­blea tenu­tasi al cas­inò di Arco. Vi parteciper­an­no stu­diosi di varia estrazione: dagli esper­ti sul­la qual­ità del­l’ac­qua, ai pesca­tori cus­to­di d’u­na espe­rien­za tra­man­da­ta per sec­oli di padre in figlio. Tut­ti quan­ti egual­mente impeg­nati nel­la quad­ratu­ra d’un prob­le­ma che pre­sen­ta aspet­ti con­trad­di­tori, almeno in apparenza.Le anal­isi ese­gui­te peri­odica­mente sul­l’in­tero spec­chio lacus­tre stan­no a con­fer­mare che l’ac­qua è puli­ta: l’in­quina­men­to è così da can­cel­lare dal­l’e­len­co delle pos­si­bili cause. Diven­ta pos­si­bile che gli stu­diosi con­clu­dano per un’ac­cen­tu­azione del­l’olig­otrofis­mo del Gar­da: vale a dire che l’ac­qua con­tiene trop­po pochi nutri­en­ti per garan­tire la soprav­viven­za a tutte le specie. Non di sola pesca s’è comunque dis­cus­so ad Arco, nel­l’adunan­za dis­er­ta­ta da una disc­re­ta rap­p­re­sen­tan­za di sin­daci del­la spon­da veronese (in qualche caso sos­ti­tu­iti dai rispet­tivi asses­sori) a causa di un con­comi­tante incon­tro sul­la 45 bis: la res­ta una spina nel fian­co per i comu­ni riv­ieraschi. I liv­el­li, e la nor­ma­ti­va che li rego­la, restano in tes­ta alle pre­oc­cu­pazioni comu­ni­tarie; lunedì prossi­mo il vicepres­i­dente Ces­chi­ni incon­tra l’am­mi­raglio Luciano Das­sat­ti ed il sen­a­tore Chincheri­ni per vedere di esten­dere a tut­ti i 12 mesi del­l’an­no la pre­sen­za del­la ; ad otto­bre, col sosteg­no del­la provin­cia, decol­la il prog­et­to d’u­na bor­sa di stu­dio bien­nale per lavori sul micro­cli­ma garde­sano, non solo del­la Busa trenti­na: gli stu­diosi potran­no pescare nel­l’archiv­io del­la famiglia Fop­pa di Salò che cos­todisce tut­ti i dati meteo degli ulti­mi cen­t’an­ni per la zona di Salò; con­fer­ma­ta la pre­sen­za ad Arco il 17 agos­to di de Gre­gori per l’Es­tate musi­cale. Per la parte di ordi­nar­ia ammin­is­trazione l’assem­blea comu­ni­taria ha approva­to i bilan­ci e vara­to il nuo­vo sito che si chia­ma w.w.w. Easy­lake ed offre la panoram­i­ca com­ple­ta dei dati e degli even­ti pro­gram­mati sulle tre sponde. Infine è sta­to licen­zi­a­to il testo coor­di­na­to del­la nor­ma­ti­va inter­re­gionale che det­ta le norme, fra il resto, su bal­nezazione e (ma dal Trenti­no restano esclusi i motori).