Presenti i delegati delle società dell'Unione europea

La Cri ricorda il Nobel a Dunant

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

I del­e­gati delle soci­età nazion­ali di Croce Rossa del­l’U­nione Euro­pea si sono ritrovati nel­la sala con­sil­iare del munici­pio per una cer­i­mo­nia a ricor­do del 100º anniver­sario del­la con­seg­na del pre­mio Nobel per la pace ad Hen­ry Dunant, fonda­tore del sodal­izio uman­i­tario. Un momen­to cel­e­bra­ti­vo in con­comi­tan­za del­la riu­nione, al Inter­nazionale di Cas­tiglione, del­la 38ª Assem­bra gen­erale del Bureau Cri, che dis­cuterà, fra le altre cose, del­la car­ta euro­pea dei dirit­ti fon­da­men­tali. La valen­za inter­nazionale del­l’even­to è sta­ta sot­to­lin­ea­ta dagli inter­ven­ti in inglese e francese, con degli inter­mezzi musi­cali. A Palaz­zo Gon­za­ga era­no pre­sen­ti la pres­i­dente del­la , Maria Pia Gar­avaglia, che in questo peri­o­do rico­pre anche l’in­car­i­co di pres­i­dente euro­pea e mon­di­ale del­l’as­so­ci­azione. Pre­sen­ti inoltre la diret­trice del Museo Inter­nazionale, Maria Grazia Bac­co­lo, e il pres­i­dente, Gui­do Stu­ani, oltre ai del­e­gati delle nazioni europee. A fare gli onori di casa il vicesin­da­co del­la cit­tà aloisiana, Giuseppe Bertoli, e vici­no a lui il sin­da­co di Solferi­no, Lui­gi Lonar­di. In rap­p­re­sen­tan­za del­l’am­min­is­trazione comu­nale, Bertoli ha ricorda­to la pre­sen­za di Dunant a Cas­tiglione e la nasci­ta del­l’idea del­la Croce Rossa. Maria Pia Gar­avaglia, in francese, ha rib­a­di­to l’ero­is­mo dei cit­ta­di­ni cas­tiglione­si del 1859 nel­la cura dei sol­dati, sot­to­lin­e­an­do il fat­to che Dunant fu il pri­mo a rice­vere il pre­mio Nobel per la pace.

Parole chiave: