Il progetto verrà discusso domani in consiglio. Una convenzione tra Fondazione e Comune. Ristorante - caffetteria a due passi dalla casa del Podestà per sostenere la cultura

La «Da Como» pensa alla Tavola

09/11/2006 in Attualità
A Affi
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Non solo cul­tura ma anche buona cuci­na per dare autono­mia eco­nom­i­ca alla . Tut­to questo sarà pos­si­bile con l’approvazione defin­i­ti­va del piano di recu­pero in vari­ante al Prg in pro­gram­ma nel Con­siglio comu­nale di domani.Operazione che darà il via alla real­iz­zazione di un ris­torante — caf­fet­te­ria nel­la casa del bib­liote­cario, edi­fi­cio che si col­lo­ca a pochi metri dall’ingresso del­la Casa del Podestà e che si affac­cia sul quartiere Cit­tadel­la. I lavori nelle scorse set­ti­mane sono sta­ti prin­ci­pal­mente legati alla demolizione di quelle par­ti con­sen­tite dal­la Sovrin­ten­den­za alle Belle arti.Dopo la rat­i­fi­ca defin­i­ti­va da parte del Con­siglio comu­nale il cantiere pro­ced­erà spedi­ta­mente tant’é che si pen­sa di aprire il locale entro Pasqua. La cubatu­ra dell’edificio sarà leg­ger­mente incre­men­ta­ta por­tan­dola com­p­lessi­va­mente a quo­ta 5.160 metri cubi. Nes­sun par­ti­co­lare stravol­gi­men­to all’interno delle stanze che saran­no con­ser­vate nel loro asset­to. Cir­ca 40 i cop­er­ti che saran­no garan­ti­ti ai quali van­no aggiun­ti, nel­la bel­la sta­gione, quel­li ricav­abili nel con­sis­tente giardino.Il ris­torante sarà dato in affit­to e non gesti­to diret­ta­mente dal­la fon­dazione. Il Comune ha rin­un­ci­a­to a introitare cir­ca 80.000 euro degli oneri di costruzioni e sot­to­scriven­do nel con­tem­po una con­ven­zione per l’utilizzo del Castel­lo. Questo accor­do per­me­tte a tut­ti i cit­ta­di­ni res­i­den­ti a Lona­to e agli stu­den­ti iscrit­ti nelle scuole di ogni ordine e gra­do pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio, l’ingresso gra­tu­ito alla Roc­ca e al civi­co orni­to­logi­co. Prez­zo ridot­to alla Casa Museo del Podestà nei tem­pi e nei modi pre­visti per le nor­mali vis­ite. Dura­ta dell’accordo: 99 anni.L’Amministrazione comu­nale ha nom­i­na­to anche un respon­s­abile dei rap­por­ti tra ente locale e fon­dazione nel­la figu­ra del pro­fes­sor Anto­nio Di Frisco. «Il Comune di Lona­to — spie­ga il Di Frisco — intende sostenere e val­oriz­zare con diver­si spon­sor pri­vati l’immagine del­la Fon­dazione. Il ris­torante potrà assi­cu­rare un impor­tante fonte eco­nom­i­ca di sosteg­no al man­ten­i­men­to di tut­ta la strut­tura muse­ale e al pros­egui­men­to dei lavori di restauro…».

Parole chiave: