Tre percorsi, di 5, 10 e 19 chilometri, per la trentasettesima tradizionale marcia «Marapergola»

La festa dell’uva parte di corsae aiuta Medici senza frontiere

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Come vuole la tradizione ad aprire la 44° Fes­ta dell’Uva di Castel­n­uo­vo, la più impor­tante man­i­fes­tazione del capolu­o­go, sarà domani la trentasettes­i­ma edi­zione del­la «Mara­p­er­go­la»: man­i­fes­tazione podis­ti­ca a pas­so libero approva­ta dall’Unione mar­ci­a­tori verone­si. Tre i per­cor­si: 5, 10 e 19 chilometri «ondu­la­to mis­to» per la gara che pren­derà il via alle 8.30 da piaz­za Angeli­ni per chi­ud­er­si a mez­zo­giorno, con il tem­po mas­si­mo pre­vis­to per i con­cor­ren­ti di 3 ore e 30 minuti.Sempre domani, dalle 9, l’altra man­i­fes­tazione sporti­va del­la Fes­ta dell’Uva: il tor­neo di beach vol­ley, sui campi pre­dis­posti agli impianti sportivi di via Ore­go­lo, a cura del Comi­ta­to benefi­co «Carneval de Castelnovo».Dopo queste due gare il cal­en­dario del­la Fes­ta dell’Uva, orga­niz­za­ta da ammin­is­trazione comu­nale e Pro loco col patrocinio di Regione, Provin­cia e Comi­tati region­ali e provin­ciali del­la Pro loco, ripren­derà giovedì 25 con due appun­ta­men­ti in sala con­sil­iare: alle 20 l’inaugurazione del­la mostra fotografi­ca (che rimar­rà sino al 4 otto­bre) «Ritrat­ti d’Africa», a cura dell’associazione Stradafacen­do in col­lab­o­razione con Medici sen­za fron­tiere; e alle 21 la pre­sen­tazione del libro «Non tornerò con il dub­bio e con il vuo­to», rac­col­ta di let­tere di oper­a­tori sem­pre di Medici sen­za frontiere.Venerdì 26 set­tem­bre alle 21, al Bro­lo del Castel­lo sarà di sce­na «Cir­co polen­ta», spet­ta­co­lo per gran­di e bam­bi­ni pro­pos­to dal­la Com­pag­nia «Ambaradan & Teatro Dis­trat­to»; seguirà, alle 21.30, in piaz­za degli l’apertura dell’enoteca «Divi­ni sapori» e l’esibizione musi­cale dei «The Plan A». Saba­to 27, alle 9.30, inau­gu­razione del­la Scuo­la dell’infanzia «11 aprile 1848»; alle 10.45, in sala con­sil­iare, il con­veg­no «Dicono di noi: il Bar­dolino nell’opinione dei con­suma­tori di Verona e del Nord Italia». Quin­di, a par­tire dalle 17.30, ani­mazioni nel cen­tro stori­co: alle 17.30, in via Roma l’aperitivo-concerto «Basura»; alle 18.30 il piaz­za del­la Lib­ertà ci sarà il « dei sapori», incon­tro con i Castel­n­uo­vo d’Italia; sem­pre alle 18.30, in via Mar­coni, «Dal lago alla mon­tagna», rasseg­na dei prodot­ti del ter­ri­to­rio veronese; alle 19 in piaz­za degli Alpi­ni anco­ra l’enoteca Divi­ni sapori e la musi­ca di Mau­ro Ottoli­ni; alla stes­sa ora in piaz­za del­la Lib­ertà l’apertura degli stand enogas­tro­nomi­ci con l’orchestra Rober­to Ferrari«.Domenica 28 set­tem­bre ulti­mo giorno del­la Fes­ta dell’Uva; alle 10, anco­ra il «Gemel­lag­gio dei sapori» e «Dal lago alla mon­tagna» affi­an­cati dal­la Mostra di arti­giana­to e hob­bis­ti­ca, la fiera delle antiche arti e mestieri «Viag­gio nel pas­sato» e «La via del­la seta», dimostrazione del­la pro­duzione del fila­to e tin­tu­ra dei tes­su­ti a cura del­la Com­pag­nia «Sipario medievale».Dalle 10 spazio anche per i «Giochi antichi di stra­da e di piaz­za», curati dall’associazione «Sport al quadra­to — sezione “I pias­saroti”». Quin­di aper­tu­ra dell’enoteca «Divi­ni sapori» e dalle 12 degli stand di piaz­za del­la Liberà. Alle 16 sfi­la­ta con la ban­da cit­tad­i­na e alle 16.30, in sala con­sil­iare, pre­mi­azione dei con­cor­si di poe­sia dialet­tale veronese «Cit­tà di Castel­n­uo­vo del Gar­da» «Con­cor­so delle uve e dei vini». Ser­a­ta in piaz­za del­la Lib­ertà con gli stand gas­tro­nomi­ci e alle 20 la Fes­ta del­la pigiatu­ra. Gran finale con la musi­ca del «Davide Agno­li Jazz Quar­tet» e lo spet­ta­co­lo «Moovies» pre­sen­ta­to da «Gar­da Danze».

Parole chiave: -