Mostra all’insegna dei prodotti tipici. Ultimi ritocchi alla manifestazione tra tradizione e innovazione

La fiera dell’agricoltura ora punta sul Groppello

24/08/2006 in Fiere
A Ala
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

A Pueg­na­go tut­to è pron­to per cel­e­brare il 30esimo anniver­sario del­la Fiera dell’agricoltura e dell’artigianato che come da tradizione si ter­rà nel pri­mo fine set­ti­mana di set­tem­bre: da ven­erdì 1 a lunedì 4 set­tem­bre. Un com­plean­no impor­tante, per la man­i­fes­tazione che ha come obi­et­ti­vo la val­oriz­zazione dei prodot­ti del­la ter­ra del­la Valte­n­e­si, che non è un pun­to d’arrivo ben­sì di parten­za. In ques­ta edi­zione, infat­ti, si pre­an­nun­cia un impor­tante prog­et­to di rin­no­va­men­to che nel 2007 ver­rà por­ta­to a com­ple­ta mat­u­razione con una Fiera che sarà pen­sa­ta in esclu­si­va fun­zione del­la val­oriz­zazione del come prin­ci­pale pat­ri­mo­nio del­la vitivini­coltura gardesana.«Il nos­tro obi­et­ti­vo è quel­lo di fare in modo che Pueg­na­go diven­ti la casa del Grop­pel­lo, cre­an­do nel tem­po una specie di asso­ci­azione auto­mat­i­ca tra vit­ig­no, e ter­ri­to­rio — spie­gano il sin­da­co e il pres­i­dente del­la Fiera Sil­vano Zanel­li. — Un proces­so di rin­no­va­men­to intrapre­so ormai da qualche anno, nel­la con­vinzione che la Fiera non pos­sa vivere sug­li allori con­quis­ta­ti fino ad oggi e deb­ba nec­es­sari­a­mente aprire una fines­tra sul futuro, rin­no­van­do il pro­prio ruo­lo e immag­i­nan­dosi vet­ri­na qual­i­fi­ca­ta e pres­ti­giosa del ter­ri­to­rio oltre che lab­o­ra­to­rio di idee e di sapori per il con­suma­tore sem­pre più evo­lu­to e prepara­to del futuro».E così ques­ta 30esima edi­zione vivrà anco­ra dei suoi momen­ti tradizion­ali: con la gior­na­ta del ven­erdì ded­i­ca­ta al grop­pel­lo, il saba­to alla grap­pa, la domeni­ca, giorno dell’inaugurazione alla pre­sen­za di numerose autorità, allo spiedo ed il lunedì all’Olio extravergine di oli­va. Pro­prio l’ultimo giorno del­la fiera sarà cel­e­bra­to con un’importante pre­sen­za: quel­la del min­istro per le Politiche agri­cole Pao­lo De Cas­tro che, dalle 15, sarà a Pueg­na­go per la con­seg­na del­la terza edi­zione del «Pre­mio Oli­vo d’Oro — Natu­ra Salute Cul­tura». Il riconosci­men­to, volu­to dal­l’Aipol, l’organizzazione dei pro­dut­tori olivi­coli lom­bar­di, dal­l’am­min­is­trazione comu­nale di Pueg­na­go e dall’Unaprol, il con­sorzio olivi­co­lo ital­iano, è sta­to attribuito nelle scorse edi­zioni al nutrizion­ista Gior­gio Cal­abrese ed al ricer­ca­tore Giuseppe Fontanazza.Nella quat­tro giorni non mancher­an­no nep­pure incon­tri di appro­fondi­men­to gior­nalieri, con inizio dalle 21, sul prodot­to pro­tag­o­nista del­la gior­na­ta, così come non mancherà lo stand gas­tro­nom­i­co, chiam­a­to “Hos­te­ria del­lo Spiedo” con numerose spe­cial­ità locali tra cui lo spiedo, ed il ban­co degli assag­gi del Grop­pel­lo. In occa­sione dell’inaugurazione, che si ter­rà dalle 11.30 di domeni­ca 3 set­tem­bre, con il con­sue­to taglio del nas­tro da parte del cit­tadi­no più anziano del­la classe 1936, si svol­gerà anche la pre­mi­azione del con­cor­so eno­logi­co «Grop­pel­lo d’oro e Grop­pel­lo Ris­er­va d’oro Men­zion d’onore» oltre al con­cor­so inter­re­gionale «Alam­bic­co del Gar­da» ris­er­va­to alle grappe.

Parole chiave: -