Dal 15 al 17 gennaio 2016

Ecco la Fiera Regionale di Lonato del Garda, un circuito di tradizioni, sapori ed eventi

Di Redazione

 

Dal 15 al 17 gen­naio 2016, la man­i­fes­tazione ispi­ra­ta alla tradizione agri­co­la e alla ricor­ren­za di Sant’Antonio abate tornerà ad affol­lare strade, piazze e palazzetti di Lona­to del Gar­da, con­clu­den­dosi pro­prio nel­la domeni­ca di Sant’Antonio abate (17 gen­naio), ispi­ra­tore dell’evento e pro­tet­tore degli ani­mali e delle cam­pagne.

La 58ª Fiera agri­co­la, arti­gianale e com­mer­ciale di Lona­to del Gar­da con­fer­ma la sua valen­za regionale quale vet­ri­na di prodot­ti del ter­ri­to­rio con un per­cor­so espos­i­ti­vo ideato e con­sol­ida­to negli anni per val­oriz­zare le frazioni lonate­si, le aziende agri­cole e le asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio, gli arti­giani e i com­mer­cianti, con un ric­co car­net di pro­poste: degus­tazioni gra­tu­ite, gare gas­tro­nomiche, momen­ti legati alla cul­tura e alle tradizioni d’altri tem­pi, pre­sen­tazioni di lib­ri, mostre ed espo­sizioni, rie­vo­cazioni storiche, esi­bizioni cinofile, artisti di stra­da, ai prin­ci­pali mon­u­men­ti cit­ta­di­ni, even­ti musi­cali e teatrali, ani­mazione e luna park per i più pic­coli, espo­sizione di mezzi d’epoca e tan­to altro anco­ra nel lun­go fine set­ti­mana di metà gen­naio.

«La fiera in questi 58 anni è cam­bi­a­ta molto, ma non è muta­ta la pas­sione con cui i lonate­si la orga­niz­zano e accol­go­no migli­a­ia di ospi­ti in questo pri­mo appun­ta­men­to dell’anno – sot­to­lin­ea il sin­da­co –. La fiera è aggregazione e sen­so di comu­nità, e in essa Lona­to del Gar­da si sente più uni­ta e si apre al pub­bli­co con­div­i­den­do le pro­prie tradizioni. Desidero ringraziare il pres­i­dente, il diret­tore, il comi­ta­to orga­niz­za­tore e tut­ti col­oro che a vario tito­lo si sono dati da fare e saran­no impeg­nati il prossi­mo fine set­ti­mana per con­sen­tire lo svol­gi­men­to del­la 58ª ».

Il pres­i­dente e con­sigliere comu­nale Valenti­no Leonar­di, da undi­ci anni alla gui­da del comi­ta­to orga­niz­za­tore, evi­den­zia i gran­di spazi e il lavoro del comi­ta­to fiera in questi mesi: «Vi aspet­ti­amo numerosi in un’area espos­i­ti­va che attra­ver­sa tut­to il cen­tro di Lona­to e supera i 6.500 metri qua­drati, di cui mille al cop­er­to, con decine e decine di espos­i­tori dei vari com­par­ti agri­coli, arti­gianali e com­mer­ciali, tan­to intrat­ten­i­men­to e numerose pro­poste cul­tur­ali a ingres­so gra­tu­ito. Abbi­amo coin­volto nel cir­cuito fieris­ti­co anche la casa di riposo, che si tro­va nel cuore del­la nos­tra cit­tà e pro­por­rà uno spet­ta­co­lo teatrale e una mostra. La Fiera di Lona­to anco­ra una vol­ta promette di riu­nire le famiglie e di far reg­is­trare alla nos­tra cit­tà tur­is­ti­ca il tut­to esauri­to. Ai vis­i­ta­tori che invader­an­no Lona­to del Gar­da il prossi­mo week-end auguro di trascor­rere momen­ti lieti e di portare a casa un po’ dei sapori e del­la gen­uinità che con­trad­dis­tin­guono il nos­tro ter­ri­to­rio».

All’inau­gu­razione uffi­ciale, saba­to 16 gen­naio alle 10.45, inter­ver­ran­no le autorità civili, mil­i­tari e reli­giose riu­nite insieme ai cit­ta­di­ni per il taglio del nas­tro pres­so la rota­to­ria di viale Roma, all’incrocio con via Galilei. Ad alli­etare la cer­i­mo­nia ci sarà come sem­pre il Cor­po Musi­cale Cit­tà di Lona­to del Gar­da. Seguirà poi, alle 11.30, la pesatu­ra uffi­ciale dell’“Os de stòmech” da guinnes dei pri­mati real­iz­za­to dai macel­lai locali, appe­so in piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà e por­ta­to in cor­teo dai macel­lai. Altro appun­ta­men­to con l’ sarà la cor­sa del­la domeni­ca mat­ti­na, alle 11, sem­pre in piaz­za. Men­tre la con­sue­ta benedi­zione degli ani­mali sul sagra­to del­la chiesa di S.Antonio si svol­gerà saba­to 16 alle 14.30.

«Quan­do si iniziano a vedere in giro i man­i­festi con il sim­bo­lo del­la ruo­ta den­ta­ta e del­la spi­ga – affer­ma il diret­tore del comi­ta­to Davide Bol­lani – la gente sa che è ora del­la Fiera di Lona­to. Il pro­gram­ma si è già aper­to con i pri­mi even­ti: il cir­cuito gas­tro­nom­i­co Töt Porsèl ha pre­so il via ieri nei ris­toran­ti lonate­si e con­tin­ua fino all’11 feb­braio, men­tre ques­ta sera al Teatro Italia si ter­rà il Gran Galà Show, spet­ta­co­lo che per tradizione alza il sipario sul­la man­i­fes­tazione fieris­ti­ca. Sono gior­nate conci­tate, di prepar­a­tivi e gran lavoro ma anche di sod­dis­fazioni: gli espos­i­tori anche quest’anno sono numerosi e han­no già super­a­to quo­ta 200, con la certez­za che come sem­pre molti si aggiunger­an­no la prossi­ma set­ti­mana. La macchi­na del­la fiera è quin­di già par­ti­ta, le inizia­tive sono tante, man­ca solo il pub­bli­co!».

GLI EVENTI PRINCIPALI

Lo spet­ta­co­lo di aper­tu­ra del­la fiera è antic­i­pa­to a ques­ta sera, ven­erdì 8 gen­naio: il Gran Galà Show, ser­a­ta di cabaret e musi­ca al Cin­e­ma Teatro Italia in via Antiche Mura 2, ha come ospite spe­ciale lo show­man bres­ciano Vin­cen­zo Reg­is. Inizio ore 20.45, ingres­so gra­tu­ito.

All’insegna del­la tradizione sono le gare gas­tro­nomiche del chisöl de la me nóna e del salàm pö bù de Lunà aperte a tut­ti, con pre­mi­azioni e assag­gi domeni­ca sera alle 17 sot­to il por­ti­co del munici­pio.

Lona­to in fiera pro­muove le sue eccel­len­ze: il cele­ber­ri­mo “os de stòmech” e i “ram­pón­soi”, prodot­ti Deco – iscrit­ti al reg­istro comu­nale e tute­lati da Denom­i­nazione comu­nale d’origine – e le varie degus­tazioni offerte agli ospi­ti per ass­apo­rare il meglio del­la cuci­na lonatese, sem­plice e gen­uina.

Nelle gior­nate di fiera i momen­ti goliardi­ci saran­no garan­ti­ti dalle sfide in piaz­za Mat­teot­ti, ai pie­di del­la torre civi­ca e con l’animazione di Radio Noi Musi­ca: saba­to il palo del­la cuccagna alle 15 e domeni­ca pomerig­gio antichi giochi e tan­to diver­ti­men­to in abiti d’epoca con il Palio di Sant’Antonio, dis­pu­ta­to fra le frazioni lonate­si (benedi­zione del Palio alle 14, cor­teo e inizio dei giochi alle 14.45). Tor­na per il sec­on­do anno l’appuntamento dan­zante al palas­port con “Si bal­la in fiera”, saba­to dalle 16 alle 23.

Il ric­co e var­ie­ga­to pro­gram­ma fieris­ti­co offre anche con­veg­ni a tema agri­co­lo e salutare, già dal 14 gen­naio, mostre e inter­pre­tazioni artis­tiche ispi­rate al mon­do dell’agricoltura e varie occa­sioni pen­sate per offrire al pub­bli­co il gius­to con­nu­bio fra tradizione e moder­nità.

Ques­ta edi­zione dà ampio spazio agli aman­ti delle due e quat­tro ruote con la mostra del ciclo, moto­ci­clo e ricam­bi d’epoca in col­lab­o­razione con il Ves­pa Club Sirmione, pres­so la palestra del­la scuo­la media Tarel­lo, e il raduno del reg­istro stori­co Alfa Romeo Giu­lia in piaz­za Mat­teot­ti.

Giovedì 14 gen­naio sarà inau­gu­ra­ta con rin­fres­co la mostra “Fuori dal sem­i­na­to: le 10 gior­nate dell’agricoltura”, vis­itabile fino al 31 gen­naio nel­la sala degli spec­chi di Palaz­zo Zam­bel­li. E nel cor­tile del Palaz­zo, dal 15 al 17 gen­naio, sarà allesti­ta anche la mostra di “Attrezzi agri­coli antichi” a cura di Giuseppe Grazi­oli.

La fiera si con­clud­erà in musi­ca domeni­ca 17 gen­naio con il con­cer­to dell’ensemble di chi­tarre del­la Scuo­la di Musi­ca “Pao­lo Chimeri” nel­la Sala Celesti del munici­pio, alle 18, cui seguirà il con­cer­to del Coro Arcan­ge­lo da Lona­to alle 19.30, in basil­i­ca.

Il pro­gram­ma com­ple­to del­la fiera è disponi­bile sul sito del Comune: Pro­gram­ma Fiera Lona­to

 

Sono dieci i ris­toran­ti del cir­cuito Töt Porsèl, che pro­por­ran­no menu a base di carne suina fino all’11 feb­braio:

 

- Trat­to­ria Bet­to­la — via Bet­to­la 15 — tel. 0309130237

- Trat­to­ria Da Achille — via Paroli­no 2 — tel. 0309130558

- Trat­to­ria Da Arturo — local­ità Madon­na del­la Scop­er­ta — tel. 0309103303

- Pizze­ria Trat­to­ria Da Ezio — via Corob­bi­o­lo 6 — tel. 0309131778

- Agri­t­ur­is­mo Il Rovere — loc. San Cipri­ano 34 — tel. 0309120057

- Ris­torante Il Rus­tichel­lo — viale Roma 92 — tel. 0309130107

- Agri­t­ur­is­mo La Civet­ta — via Civet­ta 2/A — tel. 0309103503

- Ris­torante La Roc­ca Con­te­sa — via Ugo Da Como 8 — tel. 0309913780

- Agri­t­ur­is­mo La Scalera — via Bre­da 1 — tel. 0309133444

- Vec­chi sapori da Lucy & Cri — via Lona­to 143, Cas­tiglione delle Stiviere — tel. 03761962632