...Sta raccogliendo i fondi per l’acquisto di un mineralometro. Borelli: non abbiamo fatto in tempo a ringraziarli che continuano ad aiutare l'opsedale di Lonato

La generosità della Fondazione Goi non cessa…

Di Luca Delpozzo

Non è anco­ra ces­sato l’eco per la cer­i­mo­nia che l’Azienda Ospedaliera ave­va orga­niz­za­to il 21 feb­braio scor­so, pres­so l’Ospedale “Vil­la dei Col­li” di Lona­to, per ringraziare La Fon­dazione Anto­nio e Lui­gi Goi per il con­tin­uo impeg­no dimostra­to negli ulti­mi dieci anni donan­do all’Ospedale cir­ca 200.000 euro, che un altro seg­no del­la bon­tà del­la Fon­dazione stes­sa si sta delineando.Ad annun­cia­r­lo il Dr. Francesco Pia­cen­ti­ni, Pri­mario dell’Unità Oper­a­ti­va di Med­i­c­i­na Fisi­ca e Riabilitazione.“La sig­no­ra Maria Rosa Goi, pres­i­dente dell’omonima Fon­dazione, ha dimostra­to la sua gen­erosità anche durante la fes­ta di ringrazi­a­men­to che abbi­amo orga­niz­za­to, non solo donan­do­ci un ulte­ri­ore con­trib­u­to del quale, come lei stes­sa mi ha pre­ga­to, non divul­gher­e­mo l’importo, ma dan­dosi da fare per fare un altro impor­tan­tis­si­mo rega­lo all’Ospedale”.E quale sarebbe, dottore?“La Fon­dazione si sta prodi­gan­do nel reper­i­men­to di una cospicua som­ma final­iz­za­ta all’acquisto di un min­er­alometro d’ultima gen­er­azione con metod­i­ca avan­za­ta DEXA, per la val­u­tazione com­ple­ta dell’osteoporosi che, com’è noto, è una patolo­gia sem­pre di mag­gior rilie­vo nelle donne in età post menopausale”.Il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li, pre­so atto del­la nuo­va inizia­ti­va del­la Fon­dazione Goi, ha volu­to rilas­cia­re ques­ta breve dichiarazione: “Come ho già det­to, la Fon­dazione Goi è uno splen­di­do esem­pio di sol­i­da­ri­età tut­to bres­ciano (infat­ti, la Fon­dazione ha sede a Bedi­z­zole, Ndr) a favore di gio­vani pazi­en­ti che han­no subito gravi trau­mi crani­ci. Non mi sor­prende per niente che la sig­no­ra Goi, che desidero ringraziare anco­ra una vol­ta pub­bli­ca­mente per la sua sen­si­bil­ità infini­ta, si stia prodi­gan­do affinché arrivi nell’Ospedale di Lona­to un’altra impor­tan­tis­si­ma apparec­chiatu­ra a van­tag­gio di quelle donne che han­no a che fare con l’osteoporosi.Inoltre – con­clude Borel­li -, quest’ennesime don­azioni sono, se pen­so a quelle che sono state gen­erosa­mente elar­gite alla Car­di­olo­gia dell’Ospedale di Gavar­do (64.500 euro, Ndr) solo pochi giorni fa, un seg­no d’affetto ver­so i nos­tri ospedali e per il lavoro che quo­tid­i­ana­mente il per­son­ale dell’Azienda Ospedaliera svolge a favore di oltre 360.000 bresciani”.