Musica & Giovani. Tre serate a Pastrengo

La-go rock festival e il disco usato ha il suo mercatino

10/05/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Pastrengo

Il Grup­po gio­vani di Pas­tren­go, in col­lab­o­razione con Mai-Tai rock Onlus pre­sen­ta la ses­ta rasseg­na denom­i­na­ta «La-go rock fes­ti­val: musi­ca, cul­tura e din­torni…», che com­in­cerà oggi per con­clud­er­si dopodomani, domeni­ca. La man­i­fes­tazione, che si è sem­pre più affer­ma­ta anno dopo anno, è diven­ta­ta ormai un appun­ta­men­to che tut­ti gli appas­sion­ati del­la musi­ca dal vivo non pos­sono per­me­t­ter­si di perdere. L’iniziativa è inseri­ta tra i mag­giori even­ti musi­cali a liv­el­lo regionale e pro­pone anche quest’an­no per­son­ag­gi ed artisti di sicuro rilie­vo nazionale. L’evento, che ha come momen­to propul­sore la musi­ca e la pre­sen­tazione di nuovi tal­en­ti, vuole pro­muo­vere anche altre inizia­tive col­le­gate: è infat­ti tra l’altro in pro­gram­ma all’auditorium comu­nale Car­lo Alber­to Dal­la Chiesa, il sec­on­do Tro­feo di frec­cette Alber­to Pizzi­ni che prevede una serie di gare che si svol­ger­an­no nelle gior­nate di domani e domeni­ca. Tra le novità che gli orga­niz­za­tori han­no volu­to inserire nell’edizione di quest’an­no di La-go rock fes­ti­val, dove per tutte e tre le ser­ate resterà aper­to un mer­cati­no di dis­chi usati e un’esposizione e ven­di­ta di arti­giana­to etni­co, c’è anche una gara per auto­mod­el­li radiot­ele­co­man­dati pre­vista per domeni­ca pomerig­gio alle ore 14. Inoltre, nel­la piana dove si svol­ger­an­no i con­cer­ti, sarà allesti­to uno stand che è sta­to apposi­ta­mente pre­dis­pos­to per servire pizze cotte con forno a leg­na. Clau­dio Rama, diret­tore artis­ti­co di La-go rock fes­ti­val, spie­ga le pecu­liar­ità del­la man­i­fes­tazione, met­ten­do in evi­den­za le novità di ques­ta edi­zione. «È una man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta com­ple­ta­mente dai gio­vani e per i gio­vani, che non soltan­to cura­no la scelta degli artisti, la pro­gram­mazione e lo svol­gi­men­to del­l’even­to, ma anche la rac­col­ta pub­blic­i­taria. Una carat­ter­is­ti­ca par­ti­co­lar­mente orig­i­nale dell’iniziativa, che la fa dif­feren­ziare da altre , è la sud­di­vi­sione delle ser­ate a sec­on­da del genere musi­cale: oggi, la gior­na­ta di inau­gu­razione del­la ker­messe è ded­i­ca­ta al genere Afro, ricer­ca­to e di ten­den­za, con Yano & Byn’s per­cus­sion group: pri­ma ser­a­ta Afro Funky 2002 raduno del Trivene­to. La gior­na­ta di domani, saba­to, è ded­i­ca­ta alla ricer­ca di suoni: il grup­po musi­cale veronese Statale 11 (fusione tra pop-rock e hip-pop) andrà ad aprire il con­cer­to di Daniele Sil­vestri, reduce dal Fes­ti­val di San­re­mo del 2002 nel­la cat­e­go­ria big, per la pre­sen­tazione del nuo­vo cd; domeni­ca ser­a­ta rock, ris­er­va­to alle attrazioni del momen­to: il grup­po musi­cale veronese Mary­posh (rock) aprirà l’e­si­bizione atte­sis­si­ma degli After­hours, band di liv­el­lo nazionale che pre­sen­terà uffi­cial­mente l’ul­ti­mo cd. C’è da sot­to­lin­eare che anche quest’an­no, come da tradizione, tut­ti gli appun­ta­men­ti sono a ingres­so libero».