Diviso tra Provincia (che ha i cordoni della borsa) e Apt (che lavora sul fronte della promozione), il turismo non è mai stato, in Comune, una delle competenze più ambite.

La Lega: «Un milione di presenze snobbate»

31/08/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Divi­so tra Provin­cia (che ha i cor­doni del­la bor­sa) e Apt (che lavo­ra sul fronte del­la pro­mozione), il tur­is­mo non è mai sta­to, in Comune, una delle com­pe­ten­ze più ambite. E non si ha memo­ria di gran­di scon­tri per con­quis­tar­si un asses­so­ra­to in mate­ria. Tragi­co errore, sec­on­do la sezione rivana del­la Lega, che invece vedrebbe di buon occhio un «asses­so­ra­to ad hoc». Per il Car­roc­cio il sin­da­co Mal­ossi­ni, su cui ricade la com­pe­ten­za (ma che sarebbe in realtà in altre fac­cende affac­cenda­to), dovrebbe rin­un­cia­re a ques­ta del­e­ga. «Il comune di Riva, pur doven­do gestire cir­ca un mil­ione e mez­zo di pre­sen­ze tur­is­tiche annue non ha — scrive la Lega — un asses­so­ra­to che gestis­ca in speci­fi­co tale set­tore. Le com­pe­ten­ze al tur­is­mo sono infat­ti ad oggi trat­tenute dal sin­da­co che in realtà se ne occu­pa in modo mar­ginale. Il comune si è occu­pa­to soltan­to min­i­ma­mente di val­oriz­zare le strut­ture tur­is­tiche locali quali ad esem­pio il com­p­lesso del­la spi­ag­gia degli ulivi e l’Ho­tel Lido Palace.Non si è mai ricer­ca­to una reale sin­er­gia con gli altri com­par­ti pro­dut­tivi quali arti­giana­to e agri­coltura. Per aggravare il tut­to, ed in pri­mo luo­go il traf­fi­co auto­mo­bilis­ti­co, pun­tual­mente, in piena sta­gione tur­is­ti­ca la cit­tà si pre­sen­ta come un vero e pro­prio cantiere a cielo aper­to. La stes­sa ges­tione del Palafiere è un con­cre­to esem­pio di inca­pac­ità ammin­is­tra­ti­va: il comune pote­va e dove­va aprire con­tem­po­ranea­mente una trat­ta­ti­va per con­cor­dare l’ac­quis­to del ex area Cattoi.Non pos­si­amo che aus­pi­care un cam­bi­a­men­to rad­i­cale che deve par­tire pro­prio dal­l’is­ti­tu­izone di un asses­so­ra­to ad hoc per il tur­is­mo da affi­dare a per­sona seria, capace di inizia­tive inno­v­a­tive e di creare sin­er­gia tra il set­tore tur­is­ti­co e il resto del sis­tema eco­nom­i­co rivano per fare di Riva un cen­tro tur­is­ti­co all’a­van­guardia in Padania»

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti