Ai Consorzi il compito di promuovere l’offerta in Italia e all’estero

La legge chiude le Apt e affida a un solo ente le diverse competenze

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

E nel met­tere a fuo­co le prin­ci­pali novità del testo uni­co delle leg­gi region­ali in mate­ria di tur­is­mo, doc­u­men­to già approva­to dal­la Giun­ta regionale ma che attende di essere licen­zi­a­to dal Con­siglio, l’assessore Pra ha pos­to l’accento sul poten­zi­a­men­to dei Con­sorzi: «Come sin­te­si oper­a­ti­va delle forze pub­bliche e pri­vate» nel pro­muo­vere e soprat­tut­to com­mer­cial­iz­zare il prodot­to nei vari set­tori. Il bilan­cio del­la Regione prevede per il prossi­mo anno lo stes­so finanzi­a­men­to del 2000: 22 mil­iar­di di lire per le fun­zioni trasferite e la ges­tione degli Uffi­ci Iat e un mil­iar­do per le Pro loco e 10 mil­iar­di e mez­zo des­ti­nati alla pro­mozione. L’assessore regionale nell’affrontare il prob­le­ma del sosteg­no al cred­i­to per le imp­rese, ha annun­ci­a­to l’accordo rag­giun­to con un impor­tante isti­tu­to di cred­i­to che met­terà a dis­po­sizione 400 mil­iar­di di cred­i­ti con resti­tuzione a lun­go ter­mine (15 anni: i pri­mi due con inter­es­si, gli altri per la resti­tuzione del solo cap­i­tale), garan­ti­ti al 70 per cen­to dal­la Regione. Il Forum che si è svolto al palaz­zo dei con­gres­si, era sta­to pro­mosso dall’assessore provin­ciale Davide Bendinel­li, segui­to da un con­sis­tente grup­po di oper­a­tori del set­tore (180 cir­ca) ed era­no pre­sen­ti non pochi ammin­is­tra­tori pub­bli­ci con in pri­mo piano il vice pres­i­dente del­la Regione Ange­lo Fior­in, il sen­a­tore Mas­si­mo Fer­ro, il pres­i­dente del­la Provin­cia Alear­do Mer­lin e quel­lo del­la Cam­era di Com­mer­cio Fabio Bor­to­lazzi. Impeg­nati tut­ti, nel portare il loro salu­to, nel sot­to­lin­eare l’importanza di una «rete» e di un lavoro in «sin­er­gia» con gli oper­a­tori del set­tore per dare più peso e organic­ità alla pro­mozione. Il con­veg­no ha vis­to come mod­er­a­tore il com­mis­sario dell’Apt (l’Azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca) Riv­iera degli Olivi, Mar­co Zaninel­li, che ha trac­cia­to quel­lo che è sta­to il pas­sag­gio evo­lu­ti­vo dell’organizzazione tur­is­ti­ca pub­bli­ca sul Gar­da. Davide Bendinel­li, nel­la doppia veste di asses­sore e sin­da­co di Gar­da, sof­fer­man­dosi sul pas­sag­gio delle deleghe ha evi­den­zi­a­to come la Provin­cia di Verona con undi­ci mil­ioni di pre­sen­ze tur­is­tiche giochi un ruo­lo impor­tante nel creare una rete di col­lab­o­razione oper­a­ti­va. L’impegno quin­di di aprire uno sportel­lo dis­tac­ca­to sul ter­ri­to­rio. Nel rispon­dere alle domande arrivate dal­la platea o in par­ti­co­lare alle situ­azioni di dif­fi­coltà emerse all’indomani degli atten­tati negli Sta­ti Uni­ti e alle mis­ure che la Regione intende adottare, l’assessore Pra e il pres­i­dente Bor­to­lazzi han­no fat­to capire come il set­tore tur­is­ti­co risul­ta­ta, tut­to som­ma­to, quel­lo meno col­pi­to e più tran­quil­lo rispet­to ad altri. Alle pre­oc­cu­pazioni avan­zate dal pres­i­dente dell’Unione alber­ga­tori del Gar­da Giuseppe Loren­zi­ni in mer­i­to alla parte­ci­pazione dei pri­vati, l’esponente del­la regione ha ritenu­to gius­to che il abbia un pro­prio Con­sorzio di pro­mozione data la realtà tur­is­ti­ca che rispec­chia a liv­el­lo provinciale.

Parole chiave: