L’estrazione dei biglietti vincenti ha chiuso nel freddo le manifestazioni delle festività. Doni ai bimbi delle materne autori del presepe devastato dai vandali nella notte di Natale

La lotteria gelata della Befana

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

Piaz­za San Mar­co piena di gente ansiosa di conoscere i quat­tro bigli­et­ti che si sono aggiu­di­cati i pre­mi del­la terza edi­zione del « con i fioc­chi — Con­cor­so Cit­tà di Peschiera del Gar­da»; una fol­la infred­dolita che ha trova­to ris­toro e con­for­to nel vin brulé e in quan­t’al­tro offer­to dal buf­fet allesti­to dal­l’As­so­ci­azione oper­a­tori eco­nomi­ci ideatrice e orga­niz­za­trice del­la man­i­fes­tazione patro­ci­na­ta dal Comune aril­i­cense. Se ne è anda­ta così la Befana di Peschiera, con la fes­tosa estrazione dei bigli­et­ti vin­cen­ti del­l’or­mai tradizionale lot­te­ria: n. 02846, dis­tribuito dal­la Pizze­ria La Vela, che si è aggiu­di­ca­to la Lupo Volk­swa­gen offer­ta dal­la con­ces­sion­ar­ia Vicen­ti­ni; n. 09566, appan­nag­gio di un cliente di Quick Pho­to Cen­ter cui è anda­ta la moto Malaguti mes­sa in palio da Ardiel­li Moto­Ci­cli; n. 14711, dato da una stazione di servizio Agip, che ha vin­to una Crociera per due per­sone al cal­do dei Trop­i­ci offer­ta dal­la Queens­land Viag­gi; infine il n. 01183, che è sta­to dis­tribuito al ris­torante Il Can­ti­none cui è anda­to il cli­ma­tiz­za­tore offer­to da Cli­ma 2000. Oltre 19.500 i taglian­di dis­tribuiti dai negozi apparte­nen­ti all’as­so­ci­azione che ha rice­vu­to il plau­so anche degli ammin­is­tra­tori, il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na, l’asses­sore al com­mer­cio Mau­ro Danzi e alla pub­bli­ca istruzione , che han­no con­fer­ma­to l’im­peg­no per il prosieguo di ques­ta inizia­ti­va come di altre che qual­i­f­i­cano Peschiera e ne fan­no un cen­tro capace di richia­mare vis­i­ta­tori anche nei mesi inver­nali. In par­ti­co­lare l’in­ter­ven­to del­l’asses­sore Gaiul­li ha sot­to­lin­eato la svol­ta del Natale con i fioc­chi che mai come quest’an­no si è riv­olto ed ha coin­volto i bam­bi­ni: quel­li delle scuole mater­ne, che han­no real­iz­za­to la scenografia del di , purtrop­po dev­as­ta­ta dai van­dali pro­prio la notte di Natale; quel­li delle scuole ele­men­tari invi­tati a scri­vere una let­tera a Bab­bo Natale. Ai pri­mi sono sta­ti donati tre gran­di con­fezioni, una per ogni scuo­la mater­na di Peschiera, con­te­nen­ti mate­ri­ale che i pic­coli potran­no usare nelle ore di scuo­la; tra gli alun­ni delle ele­men­tari sono state scelte tre let­ter­ine, scritte da Mar­ti­na Papaz­zoni, 7 anni, e dalle undi­cen­ni Mar­ti­na Cup­pari e Daniela Tam­bur­ri­no. A Bab­bo Natale han­no chiesto pace nel mon­do e pos­si­bil­ità di vita per tut­ti i bam­bi­ni, ma anche aiu­ti per tutte le per­sone che con­tribuis­cono alla cresci­ta di Peschiera, il loro paese; ad ognuna di loro l’Aoe ha volu­to regalare due fav­ole: «Sto­ria di Anna e Zoe la Tar­taru­ga», una sor­ta di viag­gio alla scop­er­ta del­la vita, ed «Euro e Mil­lelire», ipoteti­co dial­o­go tra le mon­ete pro­tag­o­niste assolute del­la sto­ria di questi giorni.

Parole chiave: -