Una nuova coinvolgente esperienza grazie ad emozionanti video mapping, colonna sonora ed effetti audio

La mitica attrazione dei corsari si rinnova, a Gardaland, con “La vendetta del fantasma”

Parole chiave:
Di Redazione

Tra le novità che sta preparan­do per la nuo­va sta­gione ci sarà anche il rin­no­va­men­to di quel­la che, da sem­pre, è l’attrazione icon­i­ca del Par­co, I Cor­sari.

Aper­ta al pub­bli­co nel 1992, l’attrazione I Cor­sari rap­p­re­sen­tò l’opera più impo­nente mai real­iz­za­ta fino a quel momen­to in un Par­co Diver­ti­men­ti ital­iano. La sua real­iz­zazione vide il coin­vol­gi­men­to di ben trenta aziende — ital­iane e amer­i­cane, oltre tre anni di lavoro, un inves­ti­men­to di ben 60 mil­iar­di di lire!

Per la sta­gione 2018 Garda­land ha deciso di dare a ques­ta attrazione “sim­bo­lo” una sto­ria total­mente nuo­va dal tito­lo “I Cor­sari: La vendet­ta del fan­tas­ma”. Attra­ver­so l’impiego del video-map­ping 3D, una par­ti­co­lare tec­ni­ca dig­i­tale di proiezione, la nuo­va sto­ria sarà in gra­do di stupire, entu­si­as­mare e coin­vol­gere forte­mente il pub­bli­co arric­chen­done la percezione sen­so­ri­ale con risul­tati davvero spettacolari.

Si rius­cirà a sfug­gire alla vendet­ta del fan­tas­ma nell’ultimo mis­te­rioso Reg­no dei Cor­sari? Gli Ospi­ti inizier­an­no un viag­gio nei mari in tem­pes­ta inse­gui­ti dal vas­cel­lo del fan­tas­ma dei Cor­sari. Già a par­tire dall’area d’imbarco saran­no introdot­ti al viag­gio dal­la voce di un fan­tas­ma che li accom­pa­g­n­erà lun­go tut­to il per­cor­so per sfi­dare le oscure insi­die di un mis­te­rioso rifu­gio, pieno di impre­visti, seg­reti e misteri.

Gra­zie alla inno­v­a­ti­va tec­nolo­gia in 3D, si avrà la sen­sazione di vivere in pri­ma per­sona l’avventura assis­ten­do a duel­li, attra­ver­san­do mon­di sot­ter­ranei popo­lati da crea­ture sopran­nat­u­rali, vil­lag­gi e gale­oni abban­do­nati. Ci si tro­verà immer­si in un inqui­etante per­cor­so con immag­i­ni di spet­trali fig­ure imp­ri­gion­ate nelle solide pareti di un tun­nel, fino ad arrivare in un’intricata fores­ta e all’incontro con il fan­tas­ma del pira­ta, un gigan­tesco incro­cio tra un mostro mari­no e una crea­tu­ra dell’aldilà. In un’atmosfera sopran­nat­u­rale il rid­er vivrà un ter­ri­bile assalto e una battaglia, tra palu­di e gigan­teschi ser­pen­ti, tem­peste e palle di can­none fino a che si rag­giungerà un tun­nel, l’unica via di fuga che assi­cur­erà un “lieto fine” all’indimenticabile quan­to stra­or­di­nar­ia avven­tu­ra caraibica.

La tec­nolo­gia mul­ti­me­di­ale uti­liz­za­ta è una tec­ni­ca di proiezione nata con l’intento di trasfor­mare qual­si­asi tipo di super­fi­cie in un dis­play dinam­i­co; attra­ver­so com­bi­nazioni di luci proi­et­tate sul­la super­fi­cie di un ogget­to è pos­si­bile creare effet­ti sceni­ci, ani­mazioni e immag­i­ni con il risul­ta­to finale di una sce­na in 3D.

Gra­zie all’impiego del video map­ping nell’iconica dark ride di Garda­land, gli Ospi­ti potran­no sen­tir­si davvero pro­tag­o­nisti di un viag­gio sor­pren­dente nel mon­do mis­te­rioso dei Corsari. 

Lun­go il per­cor­so, le ambi­en­tazioni saran­no riv­is­i­tate e arric­chite gra­zie all’utilizzo del­la tec­nolo­gia 3D map­ping, in gra­do di coin­vol­gere gli Ospi­ti a 360 gra­di e per ren­dere anco­ra più real­is­tiche le scenografie: dal gale­one abban­do­na­to al vil­lag­gio fan­tas­ma, dalle spet­trali seg­rete all’ostile fores­ta fino all’incontro con il temi­bile mostro mari­no; dal­la battaglia finale al naufra­gio e alla mirabolante fuga ver­so la libertà.

L’elevata qual­ità delle immag­i­ni proi­et­tate è resa pos­si­bile dal­la tec­nolo­gia a LED com­ple­ta­mente a sta­to soli­do dei proi­et­tori: per ques­ta ragione la luce proi­et­ta­ta è estrema­mente potente e pre­cisa con effet­ti incred­i­bili ma, allo stes­so tem­po, con­sente un ele­va­to risparmio ener­geti­co e un rispet­to dell’ambiente.

Grande inno­vazione anche dal pun­to di vista del sonoro: oltre all’aggiunta di nuovi con­tenu­ti, la sos­ti­tuzione di tut­ti i dif­fu­sori e la pre­sen­za di oltre 100 casse audio con­sen­ti­ran­no il coin­vol­gi­men­to mul­ti­sen­so­ri­ale dei rid­ers che rimar­ran­no stupi­ti non solo dalle immag­i­ni ma anche let­teral­mente tra­volto dal­la qual­ità del suono.

La nuo­va colon­na sono­ra sarà com­ple­ta­mente orig­i­nale: un vero e pro­prio sound­track in stile cin­e­matografi­co che accom­pa­g­n­erà gli Ospi­ti nell’avventuroso nuo­vo mon­do dei Cor­sari. Ma non solo questo: il per­cor­so sarà accom­pa­g­na­to anche da una colon­na effet­ti che, nel­lo svilup­po emozionale del per­cor­so, cos­ti­tuirà una com­po­nente di grande sug­ges­tione.  Ogni area avrà un’ambientazione avvol­gente e com­ple­ta­mente immer­si­va con par­ti­co­lare atten­zione alla voce del fan­tas­ma. Per una pro­duzione di tale ril­e­van­za è sta­to nec­es­sario scegliere una voce di liv­el­lo, quel­la di un attore-doppi­a­tore tra i più noti e “tal­en­tu­osi” del panora­ma nazionale — Pietro Ubal­di — che, per il mon­do delle avven­ture sui mari, è con­sid­er­a­to un “vet­er­a­no” con­sol­ida­to essendo la voce ital­iana di Cap­i­tan Bar­bossa, uno dei pro­tag­o­nisti del­la saga de “Pirati dei Caraibi”.

Ogni momen­to del­la mis­te­riosa avven­tu­ra all’interno de I Cor­sari si trasformerà in un’esperienza affasci­nante, com­ple­ta­mente nuo­va e memorabile.

 

Parole chiave: