Conclusa al Palacongressi la «Borsa internazionale»

La montagna messa in vetrina

26/09/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

La parte più sug­ges­ti­va è sta­ta saba­to mat­ti­na, quan­do il Pala­con­gres­si, in diret­ta, è sta­to mes­so in col­lega­men­to con i ricer­ca­tori ital­iani pre­sen­ti nel­la «piramide lab­o­ra­to­rio-osser­va­to­rio» del CNR sul K2. Giampi­etro Verza, Gior­gio Vasse­na e Mas­si­mo Bol­lasi­na han­no spie­ga­to al pub­bli­co — era­no pre­sen­ti anche molti stu­den­ti — la natu­ra delle loro ricerche. In con­dizioni vera­mente estreme, a quo­ta 5000 ed oltre, con tem­per­a­ture che di giorno non super­a­no i 6 gra­di, gli stu­diosi cer­cano di capire come sta cam­bian­do il cli­ma del­l’area himalayana. Fenomeni tut­tal­tro che locali, per­chè, come han­no spie­ga­to i ricer­ca­tori, quel­lo che suc­cede sui tet­ti del mon­do ha influen­za sul­l’in­tero sis­tema ter­ra. Il col­lega­men­to col K2 è sta­to dunque il «toc­co di spet­ta­co­lar­ità»: per il resto la Bor­sa Inter­nazionale del Tur­is­mo Mon­tano, con­clusasi ieri al Pala­con­gres­si di Riva dopo tre giorni di inten­sa attiv­ità, ha ospi­ta­to tut­to quel var­ie­ga­to mer­ca­to del­la mon­tagna ital­iana che è impeg­na­to nel­la pro­mozione tramite oper­a­tori pub­bli­ci e pri­vati: asso­ci­azioni di cat­e­go­ria degli alberghi e del­la ricettiv­ità, Comu­nità Mon­tane, Apt, Pro Loco, ammin­is­trazioni locali, club. La Btm, orga­niz­za­ta da Asso­tur­is­mo e Con­fe­ser­centi, è sta­ta inau­gu­ra­ta ven­erdì alla pre­sen­za del­l’asses­sore provin­ciale al tur­is­mo Benedet­ti: che ha insis­ti­to, in par­ti­co­lare, sul­la neces­sità di «fare rete» da parte di tut­ti gli oper­a­tori, così da miglio­rare l’of­fer­ta trenti­na. Dal can­to suo la Provin­cia si pre­oc­cu­perà di aggiornare gli stru­men­ti nor­ma­tivi e di qual­i­fi­care i sosteg­ni di tipo eco­nom­i­co. La Btm è sta­ta anche dibat­ti­to con­gres­suale (ci si è con­cen­trati sul tema «il tur­is­mo del nuo­vo mil­len­nio») e intrec­cio di affari: con il Work­shop che ha mes­so in relazione l’of­fer­ta del mer­ca­to tur­is­ti­co ital­iano e la doman­da dei mer­cati stranieri.