-

La musica protagonista alla festa dei popoli

Di Luca Delpozzo
g.b.

L’as­so­ci­azione Phi­los, in col­lab­o­razione con il Comune, ha orga­niz­za­to domani e domeni­ca, nel­la Caser­ma di artiglieria di Por­ta Verona, la terza edi­zione di Popoli in fes­ta, con la parte­ci­pazione di asso­ci­azioni locali, nazion­ali e inter­nazion­ali che oper­a­no nel volon­tari­a­to sociale. Dopo l’aper­tu­ra uffi­ciale, alle 17 di domani in piaz­za San Mar­co, seguirà alle 18 il forum su «Rac­con­ti di vita», real­iz­za­to con la col­lab­o­razione del Ces­tim di Verona: per­sone res­i­den­ti in Italia ma prove­ni­en­ti da diver­si Pae­si del mon­do rac­con­ter­an­no la loro sto­ria. Alle 19.30 il grup­po di danze etniche Tsam­bal, nato due anni fa a Cas­tiglione, pre­sen­terà, con l’e­si­bizione, il pro­prio lab­o­ra­to­rio di danze popo­lari; alle 22 il con­cer­to dei Kusum, grup­po i cui com­po­nen­ti proven­gono da Togo e Ghana oltre che dal­l’I­talia. Domeni­ca alle 17.30 si apri­ran­no i lab­o­ra­tori del­la lavo­razione del­l’argilla, gio­co­le­ria e per­cus­sioni; alle 22, infine, la man­i­fes­tazione ver­rà chiusa dal con­cer­to dei Bum­bu­lum: il nome del grup­po è quel­lo di uno stru­men­to musi­cale del­la Guinea Bis­sau e di altri pae­si africani, uti­liz­za­to nelle feste tradizionali.