Successo della festa

La neve non ferma il ricordo dei fanti

08/04/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni

Il mal­tem­po non ha fer­ma­to la car­i­ca dei Fan­ti, che anche quest’anno si sono ritrovati a Poz­zolen­go per ricor­dare i cadu­ti. Nonos­tante i capric­ci di Giove Plu­vio che ne ha fat­te di tut­ti i col­ori con neve e piog­gia, è rius­ci­ta bene l’an­nuale fes­ta del­la sezione di Poz­zolen­go. Una fes­ta che da sem­pre è cel­e­bra­ta all’in­seg­na del­la sem­plic­ità, sen­za cortei , sen­za bande ne clam­ori par­ti­co­lari; una fes­ta insom­ma che rical­ca lo spir­i­to del­la fan­te­ria spes­so den­i­gra­ta, chia­ma­ta la «Buf­fa» anche se è pure defini­ta «La Regi­na del­la Battaglie», per il val­ore, i sac­ri­fi­ci dei suoi fan­ti dalle pietraie del Car­so, all’as­so­la­to deser­to del­l’Africa, fino alle gelide steppe del­la Rus­sia. Tor­nan­do alla fes­ta, dopo la mes­sa cel­e­bra­ta dal Par­ro­co Don Rober­to Agos­ti­ni in memo­ria di tut­ti i fan­ti scom­par­si e con la let­tura alla fine del­la Preghiera del Fante let­ta dal fante Rena­to Brighen­ti , tut­ti (soci e sim­pa­tiz­zan­ti) si sono ritrovati al Ris­torante «Alla Muraglia» per il tradizionale pran­zo sociale e per trascor­rere in alle­gria alcune ore lon­tano dal­lo stress del­la vita mod­er­na. Da ricor­dare che per­son­ag­gi noti han­no indos­sato la sem­plice divisa del fante e per tut­ti citi­amo Ange­lo Ron­cal­li ovvero Papa Gio­van­ni XXIII°. E anco­ra per la cronaca, ricor­diamo che la pri­ma medaglia d’Oro al val­or mil­itare asseg­na­ta ad un solda­to sem­plice, fu data ad un Fante: Lui­gi Ser­ravalle da Noli (Savona) per un atto di ero­is­mo com­pi­u­to durante la Pri­ma Guer­ra d’Indipen­den­za nel 1848 a Mon­zam­bano in provin­cia di Man­to­va. Per la fes­ta del­la sezione 2004 , c’è sta­ta però una bel­la inizia­ti­va: una mostra fotografi­ca di vec­chie foto di fan­ti di Poz­zolen­go nelle varie guerre. Inoltre, anche una pre­cisazione riguardante la Fan­te­ria. La sto­ria del­la fan­te­ria oltre ad avere lon­tanis­sime radi­ci come le Coor­ti del­l’an­ti­ca Roma, oppure nel Medio Evo, inizia con l’is­ti­tuzione del Cor­po dei Gra­natieri, pros­egue poi con la nasci­ta dei Bersaglieri, a cui seguono gli , poi i Para­cadutisti, infine i Lagu­nari. Questi sono tut­ti Fan­ti sia pure dis­tin­ti in Fan­ti Piu­mati come i Bersaglieri o Fan­ti da Mon­tagna come gli alpi­ni, solo l’ar­tiglieria, la Mari­na e l’Avi­azione sono armi diverse, il resto sono tut­ti fanti .

Parole chiave: