Boom di famiglie monocomponenti nel capoluogo

La popolazione mantovana nel 2008 cresce e sfiora i 410 mila abitanti

16/07/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

La popo­lazione man­to­vana con­tin­ua a crescere e sfio­ra quo­ta 410 mila. Lo dice il rap­por­to 2008 del Servizio Sta­tis­ti­ca dell’amministrazione provin­ciale sull’andamento demografi­co del ter­ri­to­rio vir­giliano. In un anno i res­i­den­ti sono aumen­tati dell’1,5%; questo soprat­tut­to gra­zie all’apporto del­la popo­lazione straniera che al 31 dicem­bre 2008 rap­p­re­sen­ta­va l’11,4% degli abi­tan­ti in provin­cia di Man­to­va. Alla pre­sen­tazione tenu­tasi sta­mat­ti­na pres­so la sala Giun­ta di Palaz­zo di Bag­no sono inter­venu­ti il vice pres­i­dente dell’ente di via Principe Amedeo Clau­dio Camo­car­di, l’assessore alle politiche sociali e san­i­tarie Faus­to Banzi e il diret­tore gen­erale del Comune di Man­to­va Mau­r­izio Cares­tia e la respon­s­abile del servizio sta­tis­ti­ca del­la Provin­cia Rober­ta Righi.“I dati che illus­tri­amo oggi sono uno stru­men­to utilis­si­mo alle ammin­is­trazioni locali per la piani­fi­cazione dei servizi da offrire ai cit­ta­di­ni e in par­ti­co­lare ad anziani e bam­bi­ni – ha com­men­ta­to l’assessore provin­ciale alle politiche sociali Faus­to Banzi -. Uno dei dati che balza all’occhio è quel­lo del forte aumen­to, specie a Man­to­va cit­tà, delle famiglie com­poste da una sola per­sona di soli­to molto anziana”.Guardando alla dis­tribuzione degli stranieri, si nota che sono inse­diati soprat­tut­to nell’alto man­to­vano ma il comune che ha avu­to l’incremento mag­giore è Castel­belforte. Le cinque nazioni di orig­ine più dif­fuse sono Maroc­co, India, Roma­nia, Cina e Alba­nia. Tra le donne, invece, la per­centuale per pre­sen­ze, vede le ucraine e le brasil­iane in testa.Il sal­do nat­u­rale tra nati e mor­ti sarebbe neg­a­ti­vo (peg­giore anche rispet­to al 2007). Se le ital­iane han­no in media 1,1 figli a tes­ta, le straniere han­no una media di tre figli: inoltre il 76,5% delle mamme ital­iane ha più di 30 anni, men­tre il 60,5% di quelle straniere ne ha meno di 30; solo il 4,8% delle mamme ital­iane par­torisce tra i 20 e i 24 anni con­tro il 23 per cen­to delle straniere.Si rin­gio­vanisce un po’ la popo­lazione man­to­vana ma questo gra­zie alla com­po­nente straniera.Infine un dato sui mat­ri­moni: calano dell’8% in par­ti­co­lare quel­li reli­giosi che si riducono del 9,6%.