La prima volta fuori dalla tana per i tre tigrotti siberiani al Parco Natura Viva del Garda

14/09/2020 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione
Mam­ma Luva si è affac­cia­ta sul­la soglia di usci­ta nel repar­to ester­no e dopo un rapi­do sguar­do di per­lus­trazione, si è volta­ta ruggen­do. I suoi tre pic­coli, sen­ten­dosi pro­tet­ti, si sono affret­tati a seguir­la: d andare incon­tro per pri­ma al nuo­vo mon­do fat­to di tronchi, gran­di alberi e rus­cel­li è sta­ta la fem­min­uc­cia Ali­na, più pic­co­la dei due maschi­et­ti ma più cor­ag­giosa. Un debut­to in piena rego­la per i pri­mi tre cuc­ci­oli di tigre siberi­ana nati in Italia dal 2004, che per la pri­ma vol­ta a tre mesi di vita han­no mes­so le zampe fuori dal­la tana e una nasci­ta preziosa per la con­ser­vazione, avvenu­ta al di Bus­solen­go e per questo inseri­ta nel pro­gram­ma europeo delle specie minac­ciate (EEP): meno di 500 sono gli esem­plari a soprav­vi­vere nelle foreste dell’estremo ori­ente rus­so, men­tre il brac­conag­gio e il com­mer­cio ille­gale li stan­no rel­e­gan­do ad un areale cor­rispon­dente a quel­lo del fiume Amur.
I tre pic­coli, nati il 3 giug­no scor­so, han­no potu­to trascor­rere con la loro mam­ma nel­la dis­crezione del­la tana i pri­mi 90 giorni di vita, durante i quali han­no affronta­to le vis­ite vet­eri­nar­ie nec­es­sarie a mon­i­torarne lo sta­to di salute. Vac­ci­nati e dotati di microchip, mostra­no una leg­gera dif­feren­za di peso prob­a­bil­mente dovu­ta al tem­po inter­cor­so tra una nasci­ta e l’altra: 10 chilo­gram­mi la pic­co­la ma intre­p­i­da Ali­na, 11.3 chilo­gram­mi Zov e 12.6 chilo­gram­mi Krai, il più grandi­cel­lo. Eppure, le dimen­sioni non sono un prob­le­ma quan­do si trat­ta di morder­si, roto­lar­si, nascon­der­si e piom­bar­si addos­so di sor­pre­sa: queste sono le abi­tu­di­ni delle loro prime 72 ore fuori, che alter­nano a pasti ormai com­pleti, cospicui riposi­ni e qualche ses­sione di allat­ta­men­to quan­do mam­ma Luva è nei parag­gi. Ma fino ai 18 mesi avran­no anco­ra molto da impara­re, pri­ma che il coor­di­na­tore europeo del­la specie deci­da di des­ti­narli a for­mare a loro vol­ta una nuo­va famiglia.
Parole chiave: