Appena nata conta già oltre100 adesioni

La Pro loco gestirà feste e manifestazioni

13/09/2002 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Si è cos­ti­tui­ta uffi­cial­mente la Pro loco. È anco­ra in atte­sa di reg­is­trazione uffi­ciale ma, di fat­to, è già oper­a­ti­va l’as­so­ci­azione che «con­ta di gestire, in accor­do con l’am­min­is­trazione comu­nale, tutte le man­i­fes­tazioni tur­is­tiche e la pro­gram­mazione di even­ti e quan­t’al­tro ruoti attorno all’im­mag­ine del paese», spie­ga Agosti­no Danese, pres­i­dente degli oper­a­tori tur­is­ti­ci di Tor­ri e del­e­ga­to ai rap­por­ti con la stam­pa per la Pro loco. «Da cir­ca due mesi», pros­egue il tito­lare del­la nota Oste­ria da Ago & Rita «dopo molte riu­nioni, duro con­fron­to inter­no e con l’am­min­is­trazione comu­nale, final­mente siamo rius­ci­ti a rac­cogliere un dis­cre­to numero di ade­sioni, in modo da garan­tire una vera rap­p­re­sen­ta­tiv­ità a ques­ta asso­ci­azione». Sono già oltre cen­to gli alber­ga­tori, eser­centi e com­mer­cianti che han­no ader­i­to alla Pro loco, «ma con­ti­amo in breve tem­po di ampli­are molto il numero dei soci», con­fi­da Danese. «La reg­is­trazione del­l’as­so­ci­azione, che ha già comunque la pro­pria par­ti­ta Iva e il nec­es­sario per essere oper­a­tivi, avver­rà al mas­si­mo entro una deci­na di giorni. Dopo di che sarà a pos­to anche dal pun­to di vista for­male e potrà usufruire di con­tribu­ti e finanzi­a­men­ti comu­nali, provin­ciali e region­ali». Lo scopo, sem­pre sec­on­do il por­tav­oce del­l’As­co, «è pro­muo­vere e val­oriz­zare l’am­bito tur­is­ti­co, com­mer­ciale, cul­tur­ale e rel­a­ti­vo alle man­i­fes­tazioni di Tor­ri. L’idea orig­i­nar­ia è comunque molto più ampia e preved­erebbe di arrivare, grad­ual­mente, ad occu­par­si anche del­la ges­tione di parcheg­gi, castel­lo scaligero, even­tuale por­to tur­is­ti­co ed altro anco­ra». A guidare la Pro loco sarà Gio­van­ni Sem­beni­ni, già pres­i­dente del­la Pro loco del­la sezione di Gar­da e di quel­la del­la spon­da veronese del Lago di Gar­da. Come vicepres­i­den­ti sono sta­ti nom­i­nati Ser­gio Zanet­ti, che riveste anal­o­go ruo­lo nel­l’As­so­ci­azione degli oper­a­tori tur­is­ti­ci e Alber­to Gal­vani, pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione alber­ga­tori di Tor­ri. Del diret­ti­vo fan­no parte altri quat­tro con­siglieri: Lisa Fian­dri, Mas­si­mo Mon­ese, Mau­ro Per­oni e Rosan­na Zanol­li. Sod­dis­fazione è sta­ta espres­sa pure dal vicesin­da­co di Tor­ri, Daniela Per­oni. «Final­mente», affer­ma è sta­ta cos­ti­tui­ta la Pro loco, di cui effet­ti­va­mente si sen­ti­va la neces­sità, specie dopo il for­fait del Comi­ta­to per le man­i­fes­tazioni e del Comi­ta­to Re Beren­gario pri­mo, che orga­niz­za­va il set­tem­bri­no». E, anche se il vicesin­da­co è molto più cau­to di Danese rel­a­ti­va­mente alla pos­si­bil­ità futu­ra di gestire, da parte del­la Pro loco, parcheg­gi, castel­lo scaligero, por­to tur­is­ti­co e quan­t’al­tro, c’è invece piena con­di­vi­sione sug­li altri obi­et­tivi posti dal por­tav­oce del­la nuo­va asso­ci­azione. «E’ sicu­ra­mente un modo per sem­pli­fi­care la ges­tione delle feste e l’even­tuale orga­niz­zazione di even­ti e man­i­fes­tazioni. Spe­ri­amo solo nel­la buona coe­sione del grup­po del­la Pro Loco, in modo da creare un con­fron­to con­tin­uo e propos­i­ti­vo con l’am­min­is­trazione comu­nale, che è sicu­ra­mente pronta ad esam­inare e con­cor­dare i prog­et­ti e le inizia­tive per lo svilup­po del paese». Così, il pri­mo “ban­co di pro­va” per la Pro loco è sta­ta la parte­ci­pazione all’or­ga­niz­zazione del Carnevale settembrino.

Parole chiave: -