Doppia tappa gardesana, a Desenzano e Salò, del sottosegretario agli Interni, l’onorevole Ettore Rosato

La promessa di Romaper i Vigili del fuoco

16/10/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Doppia tap­pa garde­sana per il sot­toseg­re­tario agli Interni, il tri­esti­no Ettore Rosato, del­e­ga­to al dipar­ti­men­to riguardante i vig­ili del fuo­co. Pri­ma ha vis­i­ta­to la caser­ma dei pom­pieri (volon­tari) di Desen­zano, poi è sbar­ca­to a Salò. Nel­la local­ità del Bas­so lago il vicem­i­nistro ha vis­to i due con­tain­er di Riv­oltel­la, che ser­vono come base per l’attività, e il garage, rica­va­to in un vec­chio capan­none. Il sin­da­co Anel­li ha assi­cu­ra­to di avere pre­so a cuore il prob­le­ma del­la sede e stanzi­a­to una cer­ta cifra.Il trasfer­i­men­to a Salò è avvenu­to su una veloce lan­cia, assieme al Prefet­to Francesco Pao­lo Tron­ca e all’assessore provin­ciale Cor­ra­do Sco­lari. Appe­na sbar­ca­to, Rosato è sta­to accolto dai sin­daci di Gargnano (Scar­pet­ta), Vobarno (Panz­era), Gavar­do (Ton­ni) e dal padrone di casa, Giampiero Cipani. Oltre che dal coman­dante dei Piero D’Imperio, da quel­lo del­la Polizia provin­ciale Car­lo Car­o­man­no e altre autorità.UNA RAPIDA scarpina­ta fino all’ex Liceo, dove il Comune è dis­pos­to a met­tere a dis­po­sizione un locale per i Pom­pieri che inter­ven­gono sull’acqua (all’ultimo piano è allog­gia­ta da alcu­ni mesi la Guardia costiera), poi in auto nel decrepi­to edi­fi­cio di via Tur­ri­ni, vici­no all’ex cam­po sporti­vo di cal­cio. «Qui non c’è sta­to alcun inter­ven­to di manuten­zione — han ricorda­to i del­e­gati sin­da­cali Gre­gori e Pol­lo­nio -. Le gravi lesioni dovute al ter­re­mo­to del 2004 non sono state riparate, e una nuo­va scos­sa provocherebbe dan­ni, con l’impossibilità di soc­cor­rere la popolazione».Il respon­s­abile provin­ciale dei vig­ili del fuo­co, Sal­va­tore Buf­fo, accom­pa­g­na­to dal suo vice Mar­i­ano Tusa, ha ricorda­to che «il dis­tac­ca­men­to di Salò è sta­to isti­tu­ito in modo per­ma­nente nel 1983, e dal 2003 accoglie anche i volon­tari. In un anno effet­tua 830 inter­ven­ti. Il ter­ri­to­rio com­prende 26 comu­ni del Gar­da e del­la Valle Sab­bia. Pos­si­amo con­tare pure sui nuclei di Vestone, Bagoli­no, Desen­zano e, presto, spe­ri­amo, di Tremosine».Spezzando una lan­cia a favore del­la costruzione a Salò del­la nuo­va sede, il sin­da­co Cipani ha spie­ga­to di avere indi­vid­u­a­to un’area, nel­la zona arti­gianale di Cunet­tone, vici­no alla caser­ma dei Volon­tari. In bilan­cio ha inser­i­to 500 mila euro, ma occor­rereb­bero almeno 3 mil­ioni. «Siamo dis­posti a met­tere i quat­tri­ni derivan­ti dal­la ven­di­ta dell’attuale fab­bri­ca­to — ha garan­ti­to Cipani — ma occorre il sosteg­no del­lo Sta­to. Il Prefet­to ha già dato la sua disponi­bil­ità. Mi auguro che il Min­is­tero pos­sa reperire i con­tribu­ti necessari».«Non disponi­amo di molte risorse — ha ricorda­to Rosato — ma voi pro­gram­mate le scelte, indi­vid­uan­do aree che siano fun­zion­ali. Noi cercher­e­mo di fare la nos­tra parte». Poi il cor­teo è par­ti­to, per vis­itare la sede dei Volon­tari del Garda.

Parole chiave: