L'immobile dall'agenzia per lo Sviluppo alla Garda trentino fiere per l'ampliamento

La provincia compra il capannone Debiasi

16/12/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Su pro­pos­ta del­l’asses­sore Benedet­ti la giun­ta provin­ciale ha accetta­to l’ac­cor­do con la Debi­asi costruzioni rel­a­ti­vo al capan­none alla Bal­tera, parzial­mente rien­trante nel trac­cia­to del­la nuo­va cir­con­va­l­lazione. L’area, supe­ri­ore agli 8000 metri quadri di cui cir­ca un quar­to cop­er­ti, pas­sa all’a­gen­zia provin­ciale per lo svilup­po che in cam­bio mette a dis­po­sizione del­l’im­pre­sa un anal­o­go ter­reno ai Lavi­ni di Mar­co. L’A­gen­zia a sua vol­ta gira l’im­mo­bile, tranne la porzione ritagli­a­ta per la stra­da, alla Gar­da Trenti­no fiere, attra­ver­so un aumen­to del cap­i­tale sociale. In tal modo ven­gono rag­giun­ti due risul­tati: cade il ricor­so al Tar pre­sen­ta­to dal­la Debi­asi con­tro il prog­et­to del­la cir­con­va­l­lazione e la Gar­da Trenti­no fiere si tro­va a dis­porre del­l’area per avviare la sis­temazione dei padiglioni in base alle indi­cazioni con­tenute nel prog­et­to Cec­chet­to-Bres­ciani. La soci­età gui­da­ta da Mau­ro Malfer ha bisog­no di ampli­are le super­fi­ci espos­i­tive ed intende risis­temare gli acces­si preve­den­do l’in­gres­so prin­ci­pale all’area fieris­ti­ca dal­la futu­ra cir­con­va­l­lazione, e quin­di sul lato ovest. Per chiarire i ter­mi­ni del­l’­op­er­azione Malfer ave­va in agen­da per ieri un incon­tro con l’asses­sore Mel­lar­i­ni, per ripren­dere il dis­cor­so avvi­a­to con Andreol­li (ora pas­sato alla sanità).