Cantine, attrazioni e fuochi artificiali per cinque serate fino a Ferragosto

La rassegna al via mercoledì 11 La Festa del vino di San Martino scalda i «motori»

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

 Una Fes­ta del in omag­gio al 150esimo dell’Unità d’Italia che vedrà San Mar­ti­no del­la Battaglia asso­lu­ta pro­tag­o­nista nelle cel­e­brazioni del prossi­mo anno.È questo il mes­sag­gio che porterà con sé la 35ma edi­zione del­la grande sagra eno­logi­co-popo­lare che orga­niz­za il locale Grup­po sporti­vo dall’11 al 15 agos­to. E, per restare in tema di unità d’Italia, l’assessore alla cul­tura Emanuele Gius­tac­chi­ni, ieri col pres­i­dente del con­siglio comu­nale Gian­fran­co Meri­ci alla pre­sen­tazione, ha annun­ci­a­to che il Prefet­to di Bres­cia ha sol­lecita­to il comune di Desen­zano e gli altri enti part­ner a prevedere per tem­po l’allestimento di una sor­ta di «notte bian­ca» tra il 16 e il 17 mar­zo prossi­mi a S. Mar­ti­no, gior­na­ta di debut­to delle cel­e­brazioni dell’unità. Le etichette dei prodot­ti vini­coli in espo­sizione riporter­an­no, inoltre, un’effige dell’evento stori­co. Il 14 agos­to, poi, ver­ran­no inau­gu­rati a fian­co del cen­tro sporti­vo due nuovi campi da ten­nis, real­iz­za­ti dal Comune, a rimpin­guare la dotazione sporti­va del sodal­izio guida­to da Rober­to Tur­ca­to. LE CANTINE espositri­ci sono Bul­gar­i­ni, Citari, Sgre­va, Zena­to, Zene­gaglia, Proven­za e F.lli Fraccaroli.Il cartel­lone degli even­ti ris­er­va, dopo il suc­ces­so del­lo scor­so anno, anche uno spazio per la degus­tazione dei vini e degli spuman­ti. Da mer­coledì 11 a domeni­ca di Fer­ragos­to sarà un susseguir­si di tornei sportivi e di ser­ate in com­pag­nia di ottime orchestre e scuole di bal­lo nel­la ten­sostrut­tura, in pro­gram­ma alle 22.30 di ven­erdì e saba­to, men­tre lo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co è fis­sato alle 23 del­la ser­a­ta di chiusura. In caso di piog­gia i posti saran­no al coperto.Nel suo inter­ven­to, il pres­i­dente Tur­ca­to ha ringrazi­a­to i molti spon­sor, il Comune e la Soci­età S. Mar­ti­no e Solferi­no, rap­p­re­sen­ta­ta dal dot­tor Bruno Borghi, quin­di i e i volon­tari che lavor­eran­no sodo per cinque sere ai for­nel­li e ai tavoli. .

Parole chiave: -