Ha preso nome "Riviera dei limoni" l'agenzia territoriale per il turismo che raccoglie nove comuni del Garda bresciano ovest

La Riviera dei limoni unisce le forze turistiche

Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

Ha pre­so nome “Riv­iera dei limoni” l’a­gen­zia ter­ri­to­ri­ale per il tur­is­mo che rac­coglie nove comu­ni del Gar­da bres­ciano ovest, le Pro-loco, le asso­ci­azioni degli oper­a­tori. Un giro d’af­fari da 350 mil­ioni di euro. Ci sono dunque nel net­work i sin­daci di Salò, Gar­done Riv­iera, Toscolano Mader­no, Gargnano, Tig­nale, Tremo­sine, Mag­a­sa, Valvesti­no, Limone, pae­si affac­ciati sul­la spon­da e pae­si abbar­bi­cati sui mon­ti del­l’en­troter­ra, acco­mu­nati dal­la vocazione del­l’ospi­tal­ità. Quar­an­ta chilometri di diametro per pas­sare dal­la veg­e­tazione mediter­ranea alle stelle alpine, dal­l’az­zur­ro del­l’ac­qua al verde di ulivi e cipres­si, al gial­lo dei limoni. Lago e . Nel­la pro­pos­ta l’of­fer­ta di pae­sag­gio e natu­ra, cul­tura e sto­ria, sport, una strut­tura alberghiera di tipo famil­iare, tran­quil­lità. Si può scegliere tra la vela, il golf, le passeg­giate mon­tane, tra il Vit­to­ri­ale o le gite in moton­ave. I prob­le­mi da risol­vere non man­cano, il caro prezzi, la dura­ta del­la sta­gione e soprat­tut­to la . di Mag­da Biglia