Continua la ristrutturazione del Municipio, dopo il lato verso via Corviolo e la sede della polizia locale tocca al cuore del palazzo. Traslocherà anche la pala del Celesti. L’intervento da 400 mila euro durerà fino alla primavera 2005

La sala consigliare cerca casa, si pensa alle medie

16/03/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

L’amministrazione comu­nale di Lona­to è alla ricer­ca di una nuo­va sede per cel­e­brare i Con­sigli comu­nali. Questo per­ché sta per pren­dere avvio l’ultima fase di ristrut­turazione del palaz­zo munic­i­pale di piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà. Ora infat­ti toc­cherà al cor­po cen­trale del grande immo­bile, essere sot­to­pos­to ad un maquil­lage gen­erale. I lavori era­no iniziati ver­so la fine degli anni novan­ta e pros­e­gui­ti in varie tranche. Dap­pri­ma i locali che orig­i­nar­i­a­mente accoglievano l’Ufficio tec­ni­co e quel­li dei trib­u­ti (ver­so via Corvi­o­lo), subito segui­ti da una sec­on­da serie di lavori, con­clusi nel 2000, che ave­vano vis­to il rin­no­vo delle stanze che ospi­tano la sede del­la polizia munic­i­pale. Il nuo­vo inter­ven­to è pre­vis­to a par­tire dal mese di mag­gio, ma la sala con­sil­iare già da questi giorni è impeg­na­ta con la mostra fotografi­ca ded­i­ca­ta a Mario Gia­comel­li che chi­ud­erà pro­prio con l’apertura del cantiere. E allo­ra diven­ta urgente scegliere una sede provvi­so­ria per ospitare le riu­nioni del Con­siglio comu­nale. «Ci sti­amo guardan­do attorno — spie­ga il vicesin­da­co Davide Bac­cinel­li — per trovare in capolu­o­go lo spazio più oppor­tuno, in gra­do di essere attrez­za­to con micro­foni ed appa­ra­to di reg­is­trazione e di ospitare ovvi­a­mente il pub­bli­co. «L’attenzione è prin­ci­pal­mente riv­ol­ta al salone con­feren­ze delle scuole medie (che in pas­sato fun­zionò già come soluzione alter­na­ti­va, ndr), oppure a Palaz­zo Ondei, l’edificio che ospi­ta le asso­ci­azioni ed il Giu­dice di pace. Una scelta defin­i­ti­va non è comunque anco­ra sta­ta fat­ta…». Queste nuove opere com­porter­an­no un inves­ti­men­to di cir­ca 400 mila euro, con un cantiere che rimar­rà in attiv­ità fino alla pri­mav­era del 2005. Per tut­to questo peri­o­do, saran­no tem­po­ranea­mente spo­sta­ti in altri spazi tut­ti gli uffi­ci che attual­mente han­no sede nel palaz­zo. L’Ufficio pro­to­col­lo traslocherà dal pri­mo piano al piano ter­ra, e quel­li dei trib­u­ti sarà dota­to di sportel­lo aper­to al pub­bli­co, con pos­si­bil­ità di pot­er trattare le pro­prie pratiche con mag­giore ris­er­vatez­za rispet­to alla situ­azione attuale. Causa i lavori, sarà sposta­ta anche la pala del Celesti, per la quale si sta provve­den­do ad indi­vid­uare un o una strut­tura in cui ripor­la. Nat­u­ral­mente, obbi­et­ti­vo finale del­la ristrut­turazione sarà un salto qual­i­ta­ti­vo nell’erogazione dei servizi del­la com­p­lessa macchi­na comunale.

Parole chiave:

Commenti

commenti