E’ tempo di bilanci ma anche di nuove iniziative per la sezione desenzanese del Cai.

La sezione Cai: un vero impegno per il territorio

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

E’ tem­po di bilan­ci ma anche di nuove inizia­tive per la sezione desen­zanese del Cai. Atti­vo dal 1984 (e con una sede in piaz­za degli a Riv­oltel­la), il club con­ta attual­mente ben 514 soci: tan­tis­si­mi, e aumen­tano di anno in anno. L’efficiente strut­tura orga­niz­za­ti­va pre­siedu­ta da Gabriele Loviset­to si ded­i­ca in modo par­ti­co­lare ai gio­vani, inseg­nan­do innanz­i­tut­to il rispet­to per il ter­ri­to­rio, ma anche offren­do le «istruzioni» basiche per avvic­i­nar­si alla mon­tagna con umiltà e con la sicurez­za nec­es­saria. Nel­la sede di Riv­oltel­la si svol­go­no in effet­ti anche numerosi cor­si: di aggior­na­men­to per i capi gita, di car­tografia, di ori­en­ta­men­to e di pri­mo soc­cor­so. E il capi­to­lo delle escur­sioni è ani­ma­to da un susseguir­si di date e mete note e meno note. Nel cal­en­dario 2005, per esem­pio, tro­vi­amo 28 escur­sioni, 14 uscite di alpin­is­mo gio­vanile, 6 di scialpin­is­mo e 15 per il grup­po dei vet­erani. Da ricor­dare poi le pro­poste per gli aman­ti del­lo sci di fon­do e dell’arrampicata sporti­va e le inizia­tive per le famiglie, come le bici­clet­tate alla scop­er­ta delle ric­chezze pae­sag­gis­tiche e cul­tur­ali di Desen­zano e din­torni. Vet­erani, escur­sion­isti, alpin­isti, scialpin­isti, ciaspo­la­tori, climber e moun­tain bik­er tro­ver­an­no dunque nel pro­gram­ma 2005 numerose oppor­tu­nità. E i bilan­ci? L’anno appe­na trascor­so ha vis­to tra l’altro il Cai col­lab­o­rare con l’amministrazione comu­nale nell’allestimento di per­cor­si pedonali e cicla­bili e nei prog­et­ti di tutela dei can­neti. E inoltre è sta­to avvi­a­to con le scuole medie di Desen­zano e Riv­oltel­la e con numerose asso­ci­azioni (Lega navale ital­iana, Tala­ta sub, Comi­ta­to Riv­oltel­la, Cen­tro ricerche ambi­en­tali di Sirmione, Grup­po ricer­ca avi­fau­na e Legam­bi­ente) un pro­gram­ma di mon­i­tor­ag­gio e di «adozione» di ele­men­ti nat­u­ral­is­ti­ci vitali per il Gar­da. Per far conoscere le bellezze del bas­so Gar­da, il Cai cura gli itin­er­ari con­sigliati ai tur­isti sulle pagine del peri­od­i­co delle e orga­niz­za incon­tri con gli stu­den­ti delle scuole locali, che inizier­an­no pro­prio nelle prossime set­ti­mane. Infine, la sezione sta for­nen­do il pro­prio con­trib­u­to per la real­iz­zazione del Piano gen­erale provin­ciale del­la sen­tieris­ti­ca. Per avere altre infor­mazioni, il Cai risponde allo 030–9902640 (e mail: cai.desenzano@libero.it).

Parole chiave: