L'"ultima cena" nell'ormal ex cucina dei vigili del fuoco di Nago Torbole si è consumata domenica a mezzogiorno a base di polenta e baccalà e allegria

La solidarietà dei pompieri

01/02/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
S.I.

L’ ”ulti­ma cena” nel­l’or­mal ex cuci­na dei vig­ili del fuo­co di Nago Tor­bole si è con­suma­ta domeni­ca a mez­zo­giorno a base di polen­ta e bac­calà e alle­gria. Una gior­na­ta felice, nonos­tante tut­to. Baci­a­ta da un radioso sole inver­nale. Sono giun­ti in riva al Car­da, nel par­co ex Pavese, anche alcu­ni col­leghi pom­pieri del­la val di Con­cei, quel­li di Riva e alcu­ni del Soc­cor­so alpino per portare sol­i­da­ri­età al cor­po di Nago Tor­bole nel­la loro, a trat­ti dura, verten­za con l’am­min­is­trazione comu­nale. “Zio ” e “zio Marzio” si sono mostrati abili chef e han­no appronta­to un pranzet­to davvero gus­toso. Sep­pur invi­tati non si è pre­sen­ta­to nes­sun asses­sore e nem­meno il sindaco.Ieri, intan­to, nul­la si è mosso attorno alla caser­met­ta che nel suo lato merid­ionale con­tiene la cuci­na, l’of­fic­i­na e la cal­da­ia. I pom­pieri non han­no toc­ca­to più nul­la. L’am­min­is­trazione ha fat­to sapere di vol­er aprire già in set­ti­mana il nuo­vo cen­tro gio­vani. «È davvero trop­po facile — ha com­men­ta­to ieri un vig­ile del fuo­co — trovare il cen­tro gio­vani già pron­to. Noi, ovvi­a­mente con l’aiu­to finanziario del Comune, ci siamo, però, sem­pre arran­giati nei lavori di muratu­ra. La giun­ta munic­i­pale si ritro­va con un locale per il quale abbi­amo spe­so tem­po e fat­i­ca». La con­te­sa era nata per­ché la giun­ta munic­i­pale ave­va richiesto ai pom­pieri la disponi­bil­ità del­la cuci­na per real­iz­zarvi un cen­tro gio­vani. I vig­ili del fuo­co ave­vano protes­ta­to: trop­po spes­so era suc­ces­so che ave­vano sis­tem­ato dei locali per loro, locali, poi, prete­si dal Comune per altri scopi. La giun­ta, invece, ha gius­ti­fi­ca­to la sua osti­nazione con la bon­tà del­la causa.

Parole chiave: