La surrealtà come possibilità; come varco che si apre sull’ignoto, come congiunzione tra noi; tra tutti noi.

12/05/2012 in Senza categoria
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La sur­re­altà come pos­si­bil­ità; come var­co che si apre sull’ignoto, come con­giun­zione tra noi; tra tut­ti noi.stata inau­gu­ra­ta ven­erdì 11 mag­gio a casa Colli­ni pres­so Palaz­zo dei Pan­ni ad Arco la mostra «Sur­re­altà. I Mon­di fan­tas­ti­ci»: ad essere esposti sono i lavori svolti negli ulti­mi anni dagli allievi del cen­tro socio educa­ti­vo di via Capitel­li. Orga­niz­za­ta in part­ner­ship con la Scuo­la di Arti Gra­fiche Arti­gianel­li di Tren­to, la mostra è di grande sug­ges­tione: nei seg­ni e nei col­ori, il mis­tero di «mon­di fan­tas­ti­ci» che pren­dono cor­po dove le mani degli artisti han­no indugia­to in modo solo appar­ente­mente casuale; dove da scaraboc­chi e trac­ce dis­or­di­nate sono emer­si uomi­ni, forme con­crete, sen­ti­men­ti. Una mostra con cui il cen­tro arcense pro­pone uno scam­bio e un con­fron­to con la comu­nità, sti­molan­do una con­di­vi­sione con i vis­i­ta­tori sia attra­ver­so l’osservazione delle opere, sia con la pre­sen­za degli artisti, che han­no così modo di esprimer­si e rac­con­tar­si, cias­cuno sec­on­do le pro­prie capac­ità. La mostra, che ha il sosteg­no del­l’asses­so­ra­to alle politiche del­la social­ità e pri­ma infanzia del Comune di Arco (pre­sente all’inaugurazione l’assessore Mas­si­m­il­iano Flo­ri­ani), e alla quale han­no parte­ci­pa­to a vario tito­lo diverse fig­ure pro­fes­sion­ali e numerosi volon­tari, è aper­ta fino al 20 mag­gio tut­ti i giorni dalle 10 alle 18 con ingres­so libero.

Parole chiave: