Esibizioni questa sera e domani

La targa Inn Jazzonora Battistoni

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
G.B.

«La voce musi­cale di un cuore silen­zioso». Furono queste le parole scelte dal paroliere Luciano Beretta per rac­con­tare dell’amico Giulio Bat­tis­toni. Classe 1906, scom­par­so nel 1998, Bat­tis­toni è sta­to uno degli impren­di­tori più sig­ni­fica­tivi di Peschiera ma la sua grande pas­sione, e per cer­ti ver­si qua­si la sua vera attiv­ità, rimase sem­pre la musi­ca. Innamora­to del e del­la «sua Peschiera», a questi luoghi ha ded­i­ca­to numerose can­zoni. E pro­prio Beretta ave­va scrit­to i testi di molte di queste.È a ques­ta figu­ra di musicista uni­ca nel panora­ma aril­i­cense che orga­niz­za­tori e ammin­is­trazione comu­nale han­no deciso di dedi­care l’edizione 2008 di «Peschiera Inn Jazz»: la sec­on­da in ordine di tem­po ma la pri­ma con le vesti di un vero fes­ti­val. E stasera, nell’ambito del con­cer­to di Mau­ro Ottoli­ni e del­la sua band, ai famil­iari di Bat­tis­toni sarà con­seg­na­ta la tar­ga ricor­do apposi­ta­mente prepara­ta. «Ci è sem­bra­ta la figu­ra gius­ta per rap­p­re­sentare il legame tra la nos­tra musi­ca di ieri e quel­la di oggi», spie­ga l’assessore alle man­i­fes­tazioni, Bar­bara Vacchiano.Battistoni ave­va inizia­to gio­vanis­si­mo a inter­es­sar­si alla musi­ca, diven­tan­do presto tal­mente esper­to di stru­men­ti a plet­tro da essere chiam­a­to a dirigere una scuo­la di stru­men­ti tipi­ci nel­la vic­i­na Pon­ti sul Min­cio. Nel­la metà degli anni Trenta divenne diret­tore del­la Ban­da di Peschiera, attiv­ità che affi­ancò a quel­la di com­pos­i­tore e diret­tore di varie corali. Dopo la guer­ra riprese a dirigere il cor­po ban­dis­ti­co e tra le tante esi­bizioni cui prese parte il com­p­lesso la più cele­bre fu cer­ta­mente quel­la in Are­na: in quell’occasione Bat­tis­toni sul podio diresse 500 musi­can­ti e altret­tan­ti coristi in un uni­co assieme.«Giulio Bat­tis­toni è sta­to un musicista riconosci­u­to e apprez­za­to per le sue can­zoni», riprende l’assessore. «Purtrop­po non c’è sta­to tem­po di orga­niz­zare anche un vero con­cor­so, invi­tan­do i grup­pi a riar­ran­gia­re le sue can­zoni e con­seg­nan­do quin­di la tar­ga al lavoro giu­di­ca­to migliore. Per questo, come pri­mo anno, la tar­ga viene asseg­na­ta ai suo famil­iari. Comunque», aggiunge Vac­chi­ano, «ci ha pen­sato Mau­ro Ottoli­ni, diret­tore artis­ti­co di “Peschiera Inn Jazz” a rivedere appun­to nel­la chi­ave del jazz una delle can­zoni di Bat­tis­toni: ver­rà pro­pos­ta ques­ta sera per la pri­ma vol­ta e sarà inseri­ta nel cd insieme alle musiche dell’evento».«E a propos­i­to delle ultime esi­bizioni in pro­gram­ma ques­ta sera e domani alle 21.30 nei gia­r­di­ni del­la Palazz­i­na stor­i­ca, voglio dire che si ter­ran­no anche se ci sarà brut­to tem­po: in caso di piog­gia, il con­cer­to di Mau­ro Ottoli­ni sarà sposta­to nel Sot­totet­to del­la Caser­ma Cac­cia­tori; men­tre domeni­ca in caso di mal­tem­po andremo ad ascoltare Gian­ni Bas­so in Sala Pao­lo VI del­la par­roc­chia di San Martino».

Parole chiave: