Agriturismo a confronto: premiato il miglior spiedo

La terza edizione del concorso è stato vinta da Mauro Trevisani

07/09/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.ste.

La 25ª edi­zione del­la Fiera di Pueg­na­go ha ospi­ta­to anche il ter­zo con­cor­so per il miglior spiedo degli agri­t­ur­is­mo. È sta­to uno dei momen­ti sicu­ra­mente più atte­si del­la Fiera, soprat­tut­to per gli aman­ti di polen­ta e osei. «La nos­tra inizia­ti­va — spie­ga Tiberio Prati, pres­i­dente del­la com­mis­sione cul­tura di Pueg­na­go e coor­di­na­tore del­la man­i­fes­tazione — inten­de­va pro­porre lo spiedo come piat­to tipi­co di tut­ta la Valte­n­e­si. Siamo alla terza edi­zione, l’anno prossi­mo torner­e­mo con un con­cor­so anco­ra più ric­co». Gli spie­di in con­cor­so sono sta­ti cinque, quat­tro dei quali di Pueg­na­go. Del paese garde­sano han­no parte­ci­pa­to l’agriturismo «Il Bosco» di Gian Luca Cav­agni­ni; «La Per­co­la» di Vit­to­rio Leali; «Mon­tero­ton­do» di Faus­to Cav­al­li; «Tre­visani» di Mau­ro Tre­visani. L’unico «straniero» veni­va da Sede­na di Lona­to: l’agriturismo «La Bag­nole» di Dante Ghisa. La giuria era pre­siedu­ta da Ezio Cam­pag­no­la, già pres­i­dente di «Arte in Tavola» e ha pre­mi­a­to lo spiedo Mau­ro Tre­visani, che si è aggiu­di­ca­to un pre­gia­to piat­to d’argento dec­o­ra­to dal­la pit­trice — poet­es­sa di Pueg­na­go, Rosa Amadei. L’opera del­la Amadei raf­fig­u­ra­va una panoram­i­ca del Lago di Gar­da: sul­lo sfon­do la Roc­ca di Maner­ba , vista dal­la piaz­za recen­te­mente inti­to­la­ta al Beato Don Bal­do. Agli altri quat­tro è sta­ta con­seg­na­ta una tar­ga e il diplo­ma di parte­ci­pazione al con­cor­so del­la Fiera di Puegnago.

Parole chiave:

Commenti

commenti