Un piano per la promozione. Un «marchio» per il territorio e il rilancio del Garda Classico

La «Valtènesi» mette l’accento sul turismo

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
E.GR.

«Met­ti­amo l’ac­cen­to alla Valtè­ne­si» (con l’accento ben in vista sul­la pri­ma «è»: così sarà scrit­to sulle etichette e su tut­to il mate­ri­ale pro­mozionale). È l’o­bi­et­ti­vo e lo slo­gan del nuo­vo prog­et­to pluri­en­nale del Con­sorzio dei vini Gar­da Clas­si­co. Pre­sen­ta­to a fine mar­zo in Regione, il prog­et­to «Il Vit­ig­no e il Ter­ri­to­rio» ha ispi­ra­to il talk show finale del­la 59° Fiera del di Polpenazze.Il pun­to di parten­za è dare vis­i­bil­ità al ter­ri­to­rio, alla Valtè­ne­si: l’area moreni­ca su cui ha trova­to patria elet­ti­va il , vit­ig­no autoctono, padre di vini rossi di qual­ità e del ; il sec­on­do pas­so è l’af­fer­mazione di questo ter­ri­to­rio come di una area dai gran­di rossi; il ter­zo è l’af­fer­mazione di nuovi rossi essen­zial­mente fon­dati sul Grop­pel­lo; ulti­mo pas­so è il varo del­la nuo­va denom­i­nazione data a vini già inser­i­ti nel mer­ca­to: «Rossi del­la Valtè­ne­si». Per il Chiaret­to però è tut­to un altro dis­cor­so, per­chè é vino non di ter­ri­to­rio, ma di tecnica.Sulla ques­tione si sono con­frontati il pres­i­dente del Gar­da Clas­si­co , il gior­nal­ista e gourmet , il pres­i­dente dell’Associazione bres­ciana alber­ga­tori Pao­lo Rossi, il del­e­ga­to Ais Emilio Zanola, il sin­da­co di Polpe­nazze Giuseppe Tur­ri­na e altri pro­fes­sion­isti, gior­nal­isti e autorità pre­sen­ti all’evento a Vil­la Avanzi di Polpe­nazze. Benché non siano man­cati i per­p­lessi, si è det­to che «non si sta ammaz­zan­do il Grop­pel­lo, che negli anni ’80 sta­va per essere spi­anta­to per poi avere un’in­ver­sione di tendenza».Dal 2006 al 2007 c’è sta­to un aumen­to del 37% del ter­ri­to­rio riven­di­ca­to come pro­dut­ti­vo, e del 42% di pro­duzione d’u­va. Ora si incor­ag­gia a miglio­rare qual­i­ta­ti­va­mente per una nuo­va sfi­da. «È un impeg­no impor­tante, che spe­ri­amo di portare avan­ti negli anni», com­men­ta Bonomo.Rossi ha sot­to­lin­eato come «vino e ter­ri­to­rio siano acces­sori stra­or­di­nari per creare flus­si tur­is­ti­ci». E la Valtè­ne­si è il suo vino: Tur­ri­na ne è orgoglioso, ma, ha det­to anche, «la salvez­za del ter­ri­to­rio è nelle mani degli agricoltori».

Parole chiave: - -