Un’installazione all’interno del maniero medievale che permetterà di intrattenere cittadini e turisti con il racconto immersivo della storia di Desenzano del Garda, tra leggenda e poesia.

La voce del castello”: le mura parlanti dell’edificio si raccontano

Parole chiave:
Di Redazione

Il Castel­lo prende vita, il Castel­lo si rac­con­ta e fa sen­tire a tut­ti la sua voce: gra­zie alle “mura par­lan­ti”, uno dei luoghi più impor­tan­ti del pat­ri­mo­nio cul­tur­ale desen­zanese si proi­et­terà nel futuro rega­lan­do ai vis­i­ta­tori un moti­vo in più per fre­quentare il Castello.

Il prog­et­to con­siste nel posizion­a­men­to all’interno del mas­tio di un’installazione vir­tuale e immer­si­va che ripro­duce una vera e pro­pria boc­ca tra le mura e una voce nar­rante che le per­me­tte di rac­con­tare il per­cor­so stori­co di Desenzano.

Tut­to questo è sta­to pos­si­bile gra­zie all’Assessore alla Cul­tura e alla col­lab­o­razione con “Sce­na Urbana”, soci­età bres­ciana leader nell’organizzazione di even­ti, spet­ta­coli e mostre.

Ma il ringrazi­a­men­to prin­ci­pale – spie­ga l’Assessore – lo dob­bi­amo ad un grande per­son­ag­gio del­la sto­ria di Desen­zano, che ha per­me­s­so di dare con­tenu­to alla for­ma prodot­ta da Sce­na Urbana: il suo nome è Tul­lio Fer­ro e il suo oper­a­to è pre­sente nei cartel­li posti all’ingresso del­la sala con la spie­gazione del­la Leggen­da delle Tavine”.

La proiezione infat­ti dura poco più di 3 minu­ti ed è com­pos­ta da immag­i­ni, poe­sie e nar­razioni iner­en­ti al nos­tro ter­ri­to­rio e alle sue leggende: le Tavine, ninfe del lago e sirene che han­no il potere di incantare pesca­tori e nav­i­gan­ti, sono le pro­tag­o­niste prin­ci­pali e ven­gono accom­pa­g­nate da idil­liaci pae­sag­gi lacus­tri che si susseguono sulle mura del mas­tio. Non man­cano poi le citazioni di Dante Alighieri, Goethe, D’Annunzio, Ezra Pound e Car­duc­ci che decantano tut­ta la bellez­za e la poten­za estet­i­ca del Garda.

Con­clude Ceri­ni: “L’idea è quel­la di trasportare l’utente attra­ver­so un breve viag­gio alla scop­er­ta di una nuo­va visone del nos­tro ter­ri­to­rio, una visione poet­i­ca e avvol­gente che rap­p­re­sen­ti anche un’esperienza sen­so­ri­ale. Un’iniziativa adat­ta a tutte le età, che affascin­erà i più pic­coli e che coin­vol­gerà i più gran­di. In poche parole un altro moti­vo, se mai ce ne fos­se bisog­no, per vis­itare il nos­tro Castel­lo. Infine è in fase di mon­i­tor­ag­gio l’idea di svilup­pare questo prog­et­to a sec­on­da dei peri­o­di dell’anno, con la pos­si­bil­ità di mod­i­fi­care le “mura par­lan­ti” in ver­sione Hal­loween o con le sfu­ma­ture natal­izie nel mese di dicembre”.

In www.gardanotizie.it, e Youtube canale Gar­dan­otizie le nos­tre interviste.

Parole chiave: