Tratto da un romanzo d’ambientazione cinquecentesca

L’Abbazia sarà quinta per un film

01/08/2002 in Curiosità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Lonato

Maguz­zano — Il roman­zo è ambi­en­ta­to nelle stanze e nel bel­lis­si­mo chiostro dell’antica e soli­taria rac­con­ta una vicen­da ric­ca di sen­ti­men­ti, amore, ami­cizia, effet­ti­va­mente accadu­ta nel ’500, all’epoca dell’Inquisizione pro­prio sulle rive del Gar­da. E la sto­ria, rica­va­ta da un mano­scrit­to ined­i­to, in dialet­to Vene­to, diven­terà oltre 5 sec­oli dopo, anche la tra­ma di un film des­ti­na­to a far conoscere ques­ta splen­di­da abbazia e gli avven­i­men­ti del peri­o­do. Autore del libro «Lui e il Bar­baro sig­nore di Venezia» è Rober­to Berveg­lieri, una lau­rea in scien­ze politiche a Bologna e una in filosofia, ha poi effet­tua­to una ricer­ca sui brevet­ti indus­tri ali veneti e la pro­tezione del dirit­to di inven­zione. È autore di molte pub­bli­cazioni. L’ultima sua fat­i­ca è, appun­to, il suo pri­mo roman­zo stori­co nato da casuale ritrova­men­to in un archiv­io bres­ciano di un mano­scrit­to ined­i­to che apre un nuo­vo sce­nario sul potere Vene­to nel ’500. La vicen­da è trat­ta da un proces­so dell’Inquisizione, scrit­to da un dig­ni­tario del­la Repub­bli­ca vene­ta. Nar­ra, sulle trac­ce for­nite nel cor­so delle udien­ze, la sto­ria di Ste­fano, che si tro­va al fian­co di Car­lo V nel cor­so di un incon­tro seg­re­to des­ti­na­to a cam­biare la sto­ria. Ste­fano, lega­to agli ambi­en­ti rin­no­va­tori veneziani, pre­so di mira dagli inquisi­tori si riti­ra nell’abbazia di Maguz­zano. Qui incon­tra Grazia, nobile don­na che si invaghisce di lui e lo seduce. L’accaduto viene denun­ci­a­to all’inquisitore. Inizia il proces­so ma l’abbazia si tro­va in ter­ri­to­rio veneziano e la Repub­bli­ca non accondis­cende all’Inquisizione. Anzi, invia un dig­ni­tario di nome Bar­baro con lo scopo seg­re­to di lib­er­ar­lo. A quest’ultimo Ste­fano rac­con­ta tut­ta la ver­ità. Questi lo fa assol­vere dall’accusa di ere­sia e lo con­duce nel monas­tero di San Gior­gio a Venezia. Grazia non si darà per vin­ta e, dopo una ricer­ca che coin­volge per­son­ag­gi impor­tan­ti dell’epoca riesce a incon­trar­lo ma sen­za rius­cire a rin­no­vare l’amore. Il roman­zo for­nisce una descrizione degli ambi­en­ti e dei sen­ti­men­ti così sug­ges­ti­va da inter­es­sare anche il mon­do del­la pro­duzione cin­e­matografi­ca. In questi mesi è in cor­so la stesura del­la sceneg­giatu­ra. L’obbiettivo è quel­lo di ricavarne un film con attori famosi.

Parole chiave: