Il Consorzio albergatori di Desenzano ha posto riparo a una grave e assurda carenza: l'assenza di collegamenti diretti dall'aeroporto di Montichiari al lago di Garda, in particolare a Desenzano.

L’aeroporto adesso è più vicino con il bus navetta degli albergatori

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
m.to.

Il Con­sorzio alber­ga­tori di Desen­zano ha pos­to riparo a una grave e assur­da caren­za: l’assen­za di col­lega­men­ti diret­ti dal­l’aero­por­to di Mon­tichiari al , in par­ti­co­lare a Desenzano.“Sì, abbi­amo volu­to offrire un servizio, cre­do indis­pens­abile, ai passeg­geri in arri­vo o in parten­za con i voli al “D’An­nun­zio” di Mon­tichiari, met­ten­do loro a dis­po­sizione un bus navet­ta — con­fer­ma il pres­i­dente del Con­sorzio, Save­rio Zil­iani — con orari ovvi­a­mente in coin­ci­den­za con quel­li degli aerei. Il nos­tro servizio pull­man osser­va due orari: al mat­ti­no alle 10.05 e alla sera alle 19.05″.Ma i tur­isti, nel momen­to in cui arrivano a Desen­zano nelle ore ser­ali, su quali servizi pos­sono con­tare? “Abbi­amo mes­so a dis­po­sizione di ogni pull­man una host­ess che è in gra­do di fornire, già durante il viag­gio di trasfer­i­men­to dal­l’aero­por­to, ogni infor­mazione nec­es­saria. Non solo, ma il nos­tro uffi­cio infor­mazioni, gra­zie anche alla col­lab­o­razione del Comune di Desen­zano, chi­ude i bat­ten­ti alle 21 e res­ta aper­to anche nei giorni fes­tivi: dunque nes­sun prob­le­ma orga­niz­za­ti­vo cir­ca l’ac­coglien­za turistica”.A sol­lecitare un servizio del genere era inter­venu­to ima set­ti­mana fa anche il con­sigliere comu­nale Rino Pol­loni che, in propos­i­to, ave­va invi­a­to una let­tera al sin­da­co del­la cit­tad­i­na, Cino Anel­li. Lo stes­so Pol­loni ave­va del resto fat­to notare come dal 28 giug­no ai pri­mi di agos­to siano arrivati con i voli del­la com­pag­nia irlan­dese Ryanair, che col­le­ga Lon­dra a Mon­tichiari, ben 8.500 tur­isti. L’80 per cen­to di questi sareb­bero ingle­si, che scel­go­no di trascor­rere ima vacan­za sul lago di Gar­da. La com­pag­nia irlan­dese ha adot­ta­to ima polit­i­ca con­cor­ren­ziale su ques­ta trat­ta ad una tar­if­fa di appe­na 99 mila lire e, dal mese di set­tem­bre prossi­mo, a 75 mila lire! Una strate­gia di mer­ca­to che, ricor­da­va anco­ra Pol­loni, ha fat­to sì che cap­i­tale inglese, con cir­ca 140 per­sone per aereo, per un totale quin­di di poco meno di 300 viag­gia­tori in arri­vo a Mon­tichiari. Tut­tavia, la caren­za affio­ra­ta ben presto era quel­la di vedere una riv­iera del Gar­da asso­lu­ta­mente emar­gina­ta, se non addirit­tura can­cel­la­ta. Pro­prio per­ché nes­suna nota infor­ma­ti­va è, tut­to­ra, a dis­po­sizione per i tur­isti sui ban­coni del­lo scalo.Ma c’è anco­ra un’al­tra idea da svilup­pare. “Non bas­ta solo del mate­ri­ale divul­ga­ti­vo — aggiunge Pol­loni — infat­ti ho chiesto al sin­da­co di Desen­zano di dis­porre i nec­es­sari con­tat­ti con la com­pag­nia aerea per­ché inserisca sul sito www. Ryanair.com un link infor­ma­ti­vo del lago di Gar­da e, in par­ti­co­lare, di Desen­zano. Questo per­ché le vis­ite sul sito del­la com­pag­nia irlan­dese sono parec­chie migli­a­ia al giorno, come ho potu­to con­statare di persona”.Finora, i passeg­geri in arri­vo al “D’An­nun­zio” han­no da rac­cogliere mate­ri­ale di Bros­cia, Verona e altre local­ità. Con il servizio navet­ta e con altri con­tati telem­ati­ci il tur­is­mo inglese potrebbe ris­er­vare prospet­tive inter­es­san­ti al mer­ca­to del lago di Garda.

Parole chiave: -