LagodiGarda: una scelta di cuore

Di Luigi Del Pozzo

La si pre­sen­ta oggi con il suo nuo­vo por­tale: www.lagodigarda.it. In un momen­to in cui le infor­mazioni han­no bisog­no di defluire e rag­giun­gere gli uten­ti con la mas­si­ma pun­tu­al­ità, trasparen­za e veloc­ità, la Comu­nità del Gar­da ha sen­ti­to l’esigenza di offrire alle sue gen­ti e ai vis­i­ta­tori inter­es­sati un nuo­vo stru­men­to di con­sul­tazione e infor­mazione: una vera e pro­pria por­ta di acces­so alle isti­tuzioni che, unite in un’unica regione – il lago di Gar­da, appun­to – si pre­sen­tano al var­ie­ga­to pub­bli­co garde­sano.

LAGOdi­GAR­DA: una scelta di cuore” è lo slo­gan scel­to per rias­sumere questo ambizioso prog­et­to di comu­ni­cazione. Per­ché – qua­si scon­ta­to dir­lo – il Gar­da è una scelta di cuore, intrisa dell’affezioni di chi ci abi­ta e di chi ne vuole far parte anche solo per una vacan­za.

LAGOdi­GAR­DA: una scelta di cuore” è il nuo­vo prog­et­to pro­mosso dal­la Comu­nità del Gar­da in col­lab­o­razione con Car­boni ADV per la conoscen­za del ter­ri­to­rio garde­sano nel­la sua com­pletez­za. Quel­lo che si vuole creare, anzi, che si è cre­ato, è una piattafor­ma web corre­da­ta da una App gra­tui­ta, che rac­chi­ude tutte le infor­mazioni di inter­esse sia del res­i­dente che del vis­i­ta­tore.

Il por­tale web e l’ap­pli­cazione, sono solo il pri­mo pas­so di un’azione di pro­mozione che uti­lizzerà diver­si stru­men­ti strate­gi­ci per la val­oriz­zazione del ter­ri­to­rio oltre i con­fi­ni dig­i­tali. Sono già in pro­gram­ma una serie di inizia­tive riv­olte all’, che ha subito con­ces­so il pro­prio patrocinio al por­tale web lagodigarda.it.

Diverse le attiv­ità avvi­ate nel prog­et­to, dal­la cre­ativ­ità del mar­chio, ai tre por­tali web in ital­iano, inglese e tedesco per fornire ai res­i­den­ti e ai fruitori del Gar­da tutte le infor­mazioni di cui ha bisog­no, insieme a tan­ti servizi inno­v­a­tivi quali, ad esem­pio, My LAGOdi­GAR­DA, i temi di intrat­ten­i­men­to e un’intera area ecom­merce per la ven­di­ta di prodot­ti tipi­ci; fino all’App uffi­ciale del Lago di Gar­da per le prin­ci­pali piattaforme mobile, al fine di avere a dis­po­sizione tutte le infor­mazioni sem­pre aggior­nate e geo­ref­eren­zi­ate sul pro­prio smart­phone o tablet. Una piattafor­ma che intende far rete tra le diverse realtà isti­tuzion­ali per pro­porre in modo sem­pre più ordi­na­to e aggior­na­to quante più infor­mazioni pos­si­bili: dai musei, agli itin­er­ari cul­tur­ali, alla fruizioni delle innu­merevoli occa­sioni di sport e tem­po libero che il Gar­da offre.

Un grande lavoro – affer­ma il Pres­i­dente Pas­sionel­li — e un inves­ti­men­to di non poco con­to, fat­to in vista di offrire un vei­co­lo riv­is­to e ripen­sato per “incon­trare” gli uten­ti e le loro esi­gen­ze. Per “unire” sem­pre più questo lago e le sue gen­ti intorno alle tem­atiche e alla prob­lem­atiche che van­no affrontate “insieme” con la col­lab­o­razione di ogni sin­go­lo cit­tadi­no, oper­a­tore, isti­tuzione. Il sodal­izio ritrac­cia­to con la Car­doni ADV e Cykel sono il risul­ta­to di un impeg­no che va nel­la direzione, in un momen­to in cui l’economia di spe­sa si fa sem­pre più una neces­sità nelle isti­tuzioni, di creare ric­chez­za intorno alla prog­et­tazione e/o la real­iz­zazione di nuovi prog­et­ti che tutelino e val­orizzi­no il lago sem­pre al meglio e nell’interesse del suo del­i­ca­to equi­lib­rio.

Per ulti­mo si ricor­da che per questo prog­et­to non è sta­to uti­liz­za­to denaro pub­bli­co ma solo di parte pri­va­ta.