La Giunta convocata d’urgenza per chiedere aiuto immediato al governo

L’amministrazione comunale ha reagito subito.

05/08/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Lazise

Il sin­da­co Luca Sebas­tiano è arriva­to in Giun­ta munic­i­pale let­teral­mente stra­volto. Il viso sfat­to per una intera not­ta­ta spe­sa in soc­cor­so alla pro­pria comu­nità sopraf­fat­ta da un vero e pro­prio uragano che a Lazise non si reg­is­tra­va dal lon­tano 1929. La Giun­ta si è riu­ni­ta per l’urgenza e la stra­or­di­na­r­i­età del momen­to e per dec­retare le mis­ure urgen­tis­sime di calamità nat­u­rale. Al com­ple­to, in uno sta­to per così dire «comatoso» per la vio­len­za degli even­ti atmos­feri­ci del­la notte appe­na trascor­sa, ma decisi fino in fon­do a pren­dere tutte le inizia­tive nec­es­sarie ed urgen­ti per soc­cor­rere la popo­lazione, gli oper­a­tori tur­is­ti­ci e gli agri­coltori nel­la immane trage­dia dura­ta pochi minu­ti, in una not­ta­ta infer­nale che ha mes­so sot­toso­pra oltre 60.000 per­sone fra res­i­den­ti e tur­isti ital­iani e stranieri. Il pri­mo cit­tadi­no ha imme­di­ata­mente infor­ma­to del­la deci­sione del­la Giun­ta munic­i­pale il prefet­to di Verona dott. Francesco Gio­van­nuc­ci e il gov­er­na­tore del­la Regione Vene­to Galan. Ha inoltre infor­ma­to delle decisoni urgen­ti anche il sot­toseg­reatrio on. Aldo Branch­er affinché pos­sa sol­lecitare il gov­er­no per gli atti più imme­diati a sosteg­no delle popo­lazioni col­pite. «For­tu­nata­mente non ci sono sta­ti mor­ti ed i fer­i­ti sono sola­mente una deci­na e non gravi- ha esor­di­to il sin­da­co- ma la grav­ità del­la situ­azione è sot­to gli occhi di tut­ti il grande for­tu­nale di ques­ta notte ha col­pi­to la popo­lazione e tutte le attiv­ità con­nesse al tur­is­mo, pol­mone vitale del­la nos­tra cit­tad­i­na, e per questo dob­bi­amo imme­di­ata­mente pren­dere inizia­tive urgen­tis­sime a sal­va­guardia del ter­ri­to­rio e delle attiv­ità tur­is­tiche ed agrarie. Ho vis­to nel­la notte- ha pros­e­gui­to il sin­da­co- una fre­net­i­ca attiv­ità di tutte le forze dell’ordine, dei vig­ili del fuo­co, dei pri­vati e di chi­unque per pot­er ridurre al mas­si­mo al dan­ni. Non pos­so che plaudire ai miei concit­ta­di­ni per lo spir­i­to di inizia­ti­va e di grande respon­s­abil­ità in un momen­to vera­mente grave e tragi­co per la nos­tra comu­nità. I dan­ni sono al momen­to inquan­tifi­ca­bili ed ingen­tis­si­mi. Solo nei prossi­mi gironi- ha spie­ga­to il sin­da­co- si potran­no avere i pri­mi dati pun­tu­ali. Invi­to comunque tutte le forze disponi­bili ad inter­ven­ite per riportare alla nor­mal­ità le attiv­ità del paese». Oltre alla Giun­ta, alla riu­nione in munici­pio, era­no pre­sen­ti i coman­dan­ti dei vig­ili urbani e del­la stazione tem­po­ranea dei . Sono sta­ti richia­mati in servizio tut­ti i dipen­den­ti comu­nali addet­ti ai servizi man­u­ali e tut­ti i vig­ili urbani. Coor­di­na le oper­azioni il sin­da­co in pri­ma per­sona coa­d­i­u­va­to dai più stret­ti col­lab­o­ra­tori. Nei giorni futuri l’amministrazione comu­nale, gra­zie ad una speci­fi­ca unità di crisi, rac­coglierà le denunce dei cit­ta­di­ni e tut­ti i dati sig­ni­fica­tivi per sti­lare un bilan­cio dei dan­ni che han­no col­pi­to Lazise.

Parole chiave: