L’Anteprima Chiaretto in città

27/02/2016 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Si svolge saba­to 5, domeni­ca 6 e lunedì 7 mar­zo nelle osterie del cen­tro stori­co di Verona il “fuori salone” dell’Anteprima del . Insom­ma, il Bar­dolino va in cit­tà a fes­teggia­re il suo esor­dio uffi­ciale.

Se infat­ti l’Anteprima dell’annata 2015 del clas­si­co rosé garde­sano è in pro­gram­ma a Lazise, sul­la spon­da veronese del lago di Gar­da, domeni­ca 6 e lunedì 7 mar­zo insieme con l’Anteprima del Lugana e del Bar­dolino, chi non potesse recar­si nel­la cit­tad­i­na riv­ieras­ca, o chi mag­a­ri volesse pros­eguire gli assag­gi in ser­a­ta in cit­tà, c’è un’altra occa­sione nel cuore di Verona, dove otto locali pro­por­ran­no in degus­tazione ai loro cli­en­ti una serie di etichette di Bar­dolino Chiaret­to 2015. Insom­ma, il “salone” del rosé bar­do­linese è a Lazise e il suo “fuori Antepri­ma” è nel capolu­o­go scaligero, pres­soché in con­tem­po­ranea. L’iniziativa si chia­ma “L’Anteprima Chiaret­to in Cit­tà” e vede pro­tag­o­nisti l’Osteria Monte Bal­do, l’Osteria al Car­roar­ma­to, la trat­to­ria Al Bersagliere, l’Osteria Le Petarine, il Vesco­vo Moro, l’Osteria Al Duca, l’Osteria Giuli­et­ta e Romeo e, fuori dal cen­tro, la trat­to­ria Dal Gal, a San Mas­si­mo.

Gra­zie all’entusiasmo e alla col­lab­o­razione dei tito­lari di vari locali di Verona – dice il pres­i­dente del Con­sorzio di tutela del Bar­dolino Chiaret­to, Fran­co Cristo­fore­t­ti – potremo far assag­gia­re ad un pub­bli­co anco­ra più ampio il Chiaret­to del 2015, al sec­on­do anno di quel­la rosé rev­o­lu­tion che ha ind­i­riz­za­to i pro­dut­tori ver­so col­ori più chiari e pro­fu­mi agru­mati e flo­re­ali. Tra l’altro, il Chiaret­to ha una grande flessibil­ità negli abbina­men­ti gas­tro­nomi­ci e siamo cer­ti che le tradizion­ali pro­poste delle osterie verone­si saran­no un accom­pa­g­na­men­to ide­ale per il nos­tro rosé, dall’aperitivo fino alla cena”.

Cias­cu­na delle otto osterie ader­en­ti ter­rà dunque in mesci­ta dal 5 al 7 mar­zo per il “fuori Antepri­ma” veronese tre o quat­tro diverse ver­sioni del Bar­dolino Chiaret­to.

A Lazise, invece, domeni­ca 6 mar­zo, dalle 10 alle 18, l’appuntamento in riva al lago è duplice, in per chi vuole incon­trare per­sonal­mente i pro­dut­tori (in tut­to, tra Chiaret­to, Lugana e Bar­dolino ci sono cir­ca tre­cen­to etichette in assag­gio, pro­poste da novan­ta can­tine), oppure sul­la moton­ave Bren­nero, ormeg­gia­ta davan­ti al por­tic­ci­o­lo (in questo caso, sei assag­gi gra­tu­iti, scelti fra cir­ca cen­tocinquan­ta vini, servi­ti dai som­me­li­er dell’Ais di Verona). Lunedì 7 mar­zo a Lazise si repli­ca in Dogana dalle 14 alle 21 per i soli oper­a­tori (bar, enoteche, ris­toran­ti, alberghi, dis­tribuzioni di prodot­ti agroal­i­men­ta­ri).

Intan­to l’Anteprima del Chiaret­to, del Lugana e del Bar­dolino sta incon­tran­do un grande inter­esse pres­so la stam­pa estera e nazionale: i gior­nal­isti e i blog­ger accred­i­tati sono qua­si cen­tocinquan­ta, prove­ni­en­ti, oltre che dall’Italia, da una venti­na di pae­si del mon­do, dal Brasile agli Sta­ti Uni­ti, dal­la Scan­di­navia al Giap­pone, dal­la Fran­cia alla Corea, dal­la Polo­nia alla Ger­ma­nia.

 

Parole chiave: -