Acqua inquinata

L’Arpav chiude due spiagge

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

Due spi­agge sono state chiuse a Peschiera: le uniche sui ses­santac­inque lidi che si affac­ciano sul­la Riv­iera degli Olivi. L’altro ieri i tec­ni­ci e i biolo­gi dell’ufficio dell’Agenzia regionale per la pre­ven­zione e pro­tezione ambi­en­tale (Arpav) di Verona, han­no ril­e­va­to para­metri micro­bi­o­logi­ci alterati in local­ità Ser­mana. Imme­di­ata­mente è scat­ta­to il divi­eto di bal­neazione, che da quindi­ci giorni vige pure davan­ti a via Alfieri. E’ sta­to infat­ti evi­den­zi­a­to un ecces­so di col­ifor­mi fecali, che potrebbe derivare da perdite o sver­sa­men­ti derivan­ti dal col­let­tore o dal depu­ra­tore, anche se gli oper­a­tori ambi­en­tali non si sentono di affer­mar­lo. «Quel­lo riscon­tra­to non è un supera­men­to trop­po pesante», pre­cisa Gior­gio Franzi­ni, il respon­s­abile dell’ufficio Arpav, «per cui non ci sen­ti­amo di indi­vid­uare come causa il col­let­tore. Di soli­to in questi casi abbi­amo dati più ele­vati, comunque fare­mo svol­gere indagi­ni, per pri­ma un’accurata esplo­razione». La set­ti­mana scor­sa, comunque, qualche prob­le­ma era sta­to nota­to a Lazise, in local­ità Taoli, e persi­no a Gar­da, alla Baia delle Sirene, ma le indagi­ni ave­vano poi dato risul­tati entro la nor­ma, per cui l’Arpav non ave­va pre­so provved­i­men­ti. Intan­to non è più sta­ta seg­nala­ta l’inquietante scia nera che ave­va aller­ta­to vari tur­isti e fat­to uscire per un sopral­lu­o­go urgente gli esper­ti dell’Arpav. «Siamo cer­ti che il fenom­e­no è sta­to provo­ca­to dal pro­to­zoo cil­ia­to, che è tut­to­ra pre­sente nelle acque del lago ma che non è tossi­co», dice Franzi­ni. «Il fat­to però è sin­go­lare, per questo ci sti­amo preparan­do per stu­di­ar­lo in maniera appro­fon­di­ta». Intan­to, per la set­ti­mana prossi­ma, è sta­ta pro­gram­ma­ta l’indagine di sorveg­lian­za «algale». «Serve per tenere sot­to con­trol­lo le alghe e quin­di lo sta­to di salute gen­erale del Gar­da», con­clude Franzini.

Parole chiave: