Desenzano Solidale ha partecipato ai costi di costruzione

L’asilo in Bielorussiaapre in primavera

Di Luca Delpozzo
M.TO.

Ver­rà inau­gu­ra­to in aprile l’asilo di Duboviz­ta, in Bielorus­sia, real­iz­za­to in parte con il con­trib­u­to dell’associazione Desen­zano Sol­i­dale. La scuo­la infan­tile ver­rà inoltre inti­to­la­ta a Felici­ta Castel­lani, volon­taria del­la stes­sa asso­ci­azione come il mar­i­to Gian­ni Bilac­chi, pre­mat­u­ra­mente scom­parsa tre anni fa. È appe­na rien­tra­ta dal Paese dell’Est europeo la del­egazione di volon­tari gui­da­ta dal pres­i­dente Fabio Perin che si occu­pa di accoglien­za di bam­bi­ni e di for­ni­tu­ra di beni di pri­ma neces­sità in Bielorus­sia con una serie di risul­tati davvero impor­tan­ti sul fronte del­la solidarietà.Infatti, durante la visi­ta è sta­ta inau­gu­ra­ta, alla pre­sen­za delle autorità locali, una scuo­la di Dubovitza, i cui lavori sono sta­ti ese­gui­ti gra­zie anche alla col­lab­o­razione dell’associazione romag­no­la «Insieme per un futuro migliore». Il mate­ri­ale è sta­to mes­so a dis­po­sizione dalle ditte Sac­mi e Keramin. «Durante il nos­tro breve sog­giorno in Bielorus­sia – riferisce Perin – siamo sta­ti invi­tati dal vicesin­da­co del­la cit­tà a vis­itare un’altra scuo­la dis­tante cir­ca 40 chilometri per la quale abbi­amo pre­so l’impegno di ristrut­turare alcu­ni servizi: se ne par­lerà però il prossi­mo anno. Nel­la cit­tà, invece, abbi­amo affronta­to l’intervento di un altro asi­lo dove costru­ire­mo bag­ni e servizi san­i­tari, pavi­men­ti e ser­ra­men­ti. Ver­rà inau­gu­ra­to in aprile 2008, lo inti­tol­ere­mo alla figu­ra del­la sig­no­ra Celesti­na, nos­tra volon­taria che non ha avu­to il tem­po di ved­erne ulti­ma­ta l’opera».Intanto, Desen­zano Sol­i­dale lan­cia un appel­lo ad aziende e pri­vati per ottenere un camper da uti­liz­zare come stu­dio medico mobile per con­sen­tire ad un medico di spostar­si più agevol­mente da una local­ità all’altra del­la regione bielorus­sa e un pul­mi­no da otto posti da donare alla scuo­la di Dubovitza per il trasporto alun­ni. I vil­lag­gi sono infat­ti dis­tan­ti anche parec­chi km dal­la sede sco­las­ti­ca e in inver­no la colon­ni­na del mer­cu­rio scende fino a — 30°.Frattanto, il Tir per la con­seg­na del mate­ri­ale è qua­si pron­to per par­tire da Desen­zano ver­so due orfan­otrofi dell’Ucraina ed un ospedale pedi­atri­co bielorus­so. Infine, entro fine anno ver­rà aper­ta la nuo­va sede dell’associazione in via Colom­bare di Cas­tiglione, nei parag­gi di viale Man­to­va, e in aprile par­tirà il con­voglio con più di quar­an­ta volon­tari e una deci­na di camper diret­ti a Gomel.