Nei sei ospedali gestiti dall’azienda

L’Asl di Desenzano fa un regalo ai pazienti

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Ques­ta mat­ti­na in tut­ti i repar­ti dei sei ospedali del­l’azien­da di Desen­zano ver­ran­no con­seg­nati ai cir­ca 700 pazi­en­ti un libro ed una con­fezione di pro­fu­mo. Ai più pic­coli, invece, sono sta­ti ris­er­vati dei gio­cat­toli. Per il ter­zo anno con­sec­u­ti­vo si ripete, quin­di, l’inizia­ti­va del tradizionale omag­gio natal­izio ai degen­ti di Desen­zano, Lona­to, Gavar­do, Salò, Maner­bio e Leno che vede impeg­nati per diverse set­ti­mane gli Uffi­ci relazioni con il pub­bli­co di Desen­zano, Gavar­do e Maner­bio, diret­ti rispet­ti­va­mente da Mau­ro Del Bor­rel­lo, Mire­lia Label­lot­ti­ni e Arman­do Piet­ta, coor­di­nati dal­l’Urp azien­dale. Una sin­er­gia com­ple­ta­ta dal­la pre­sen­za delle direzioni di pre­sidio e del per­son­ale infer­mieris­ti­co. L’in­tera oper­azione «Rega­lo di » è sta­ta resa pos­si­bile gra­zie all’in­ter­ven­to di un nutri­to pool di spon­sor: Giochi Preziosi, Mon­dadori Edi­tori, Dou­glas Italia, Grafi­ca Sette di Bag­no­lo Mel­la e ris­torante Al Car­ret­to di Desen­zano. La soci­età di Preziosi ha, per esem­pio, mes­so a dis­po­sizione un centi­naio di splen­di­di gio­cat­toli, molti dei quali già con­seg­nati ai pic­coli pazi­en­ti la notte di San­ta Lucia, la Mon­dadori oltre 1000 lib­ri divisi tra , e pub­bli­cazioni per l’in­fanzia, infine la Dou­glas alcune centi­na­ia di con­fezioni di pro­fu­mi di gran­di marche. Insom­ma, con­tin­ua la polit­i­ca di par­ti­co­lare atten­zione del­l’at­tuale direzione gen­erale, gui­da­ta dal­l’ingeg­nere Mau­ro Borel­li, ver­so i degen­ti. Per esem­pio, come già pre­an­nun­ci­a­to dieci giorni fa in una con­feren­za stam­pa, Borel­li ha ricorda­to l’in­ter­ven­to di cli­ma­tiz­zazione che inter­esserà nel 2004 tut­ti i repar­ti ed i servizi interni all’ospedale Monte Croce. Non mancher­an­no i dis­a­gi per il per­son­ale e per i pazi­en­ti, ma la direzione sta pre­dispo­nen­do al meglio i lavori. Infine, nei pri­mi giorni del nuo­vo anno si trasferi­ran­no alcu­ni uffi­ci nel­lo sta­bile del­la direzione, così da accor­pare tut­ti i servizi in un’u­ni­ca sede. Anche gli altri ospedali azien­dali saran­no coin­volti da inter­ven­ti di manutenzione.

Parole chiave: - -