Diritto allo studio. Approvato il Piano

L’assessore è Doralice Vivetti

05/12/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

È sta­to approva­to nel cor­so del Con­siglio comu­nale di Lona­to il Piano per il dirit­to allo stu­dio rel­a­ti­vo all’anno sco­las­ti­co 2004 — 2005. Realtà com­p­lessa quel­la lonatese che pre­sen­ta nel­la fas­cia dell’obbligo ben 1248 iscrit­ti, di cui 128 extra­co­mu­ni­tari, ovvero l’11% del totale, con le con­seguen­ti prob­lem­atiche legate all’inserimento nel tes­su­to sociale. Dif­fi­coltà non solo lin­guis­tiche, ma anche caren­ze di alfa­bet­iz­zazione che devono essere sup­por­t­ate con la pro­fes­sion­al­ità dei docen­ti, con un approc­cio glob­ale alla per­sona. Entran­do nel vivo delle spese, l’amministrazione ha investi­to per gli arre­di 21 mila euro, ed altri 12480 per una for­ni­tu­ra di 8 nuovi com­put­er, nel trasporto sco­las­ti­co 290 mila e poi nel servizio men­sa, 225 mila. L’assessore alla Pub­bli­ca istruzione, Doral­ice Vivet­ti, ha fra l’altro sot­to­lin­eato come questo cos­to, in par­ti­co­lare, sia da tenere sem­pre più in con­sid­er­azione per l’aumento dei rien­tri pomerid­i­ani. C’è poi la spe­sa del mate­ri­ale didat­ti­co, di 22 mila euro cir­ca, per i lib­ri di testo, a fronte di un con­trib­u­to regionale vari­abile, ma decisa­mente esiguo rispet­to alle neces­sità; per l’anno sco­las­ti­co 2003 — 2004 fu di 7136 euro. Non si dimen­tichi­no poi le fun­zioni — Ata aggiun­tive degli oper­a­tori spe­cial­iz­za­ti, con un’altra spe­sa a cari­co del Comune. Per quan­to riguar­da le attiv­ità educa­tive, che ven­gono poste in essere anche al di fuori dal­la scuo­la, come i viag­gi di istruzione, l’utilizzo del­la (che aprirà fra pochi mesi, in stret­to col­lega­men­to con le varie realtà sco­las­tiche) la spe­sa è di 36 mila euro .

Parole chiave: