Dopo le proteste di «Gardalago». Il Palasport sorgerà nell’area comunale di Rivoltella

L’assessore promette: pattinaggio al coperto

Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

«Questo sarà l’ultimo inver­no all’aperto per gli atleti del pat­ti­nag­gio artis­ti­co a rotelle». È la promes­sa dell’assessore ai Lavori pub­bli­ci del Comune di Desen­zano Rodol­fo Bertoni. Nei giorni scor­si l’associazione sporti­va Gardala­go ave­va denun­ci­a­to il silen­zio da parte dell’amministrazione nei con­fron­ti del prog­et­to del nuo­vo Palazzet­to del­lo sport da real­iz­zare nell’area di pro­pri­età comu­nale di 18mila metri qua­drati in via Gio­van­ni XXIII a Rivoltella.«Non c’è nes­sun ritar­do rispet­to ai tem­pi nor­mal­mente nec­es­sari per l’approvazione, il finanzi­a­men­to e la prog­et­tazione di un’opera pub­bli­ca — dichiara l’assessore Bertoni — gli incon­tri con Gardala­go risal­go­no a giug­no, e a luglio era­no già sta­ti reper­i­ti i fon­di nec­es­sari per par­tire. Questo con­fer­ma, caso­mai ce ne fos­se bisog­no, la grande atten­zione dell’amministrazione comu­nale per le strut­ture sportive ed il con­cre­to sup­por­to alle asso­ci­azioni desen­zane­si». L’opera sarà real­iz­za­ta in tre diver­si inter­ven­ti. Il pri­mo, già inser­i­to nel piano opere pub­bliche 2006, riguar­da la sis­temazione del ter­reno e la real­iz­zazione di un parcheg­gio e di un’area verde attrez­za­ta, al cui inter­no tro­verà pos­to la pista di pat­ti­nag­gio. «Il prog­et­to – pre­cisa l’assessore — prevede una pias­tra polifun­zionale in cemen­to di 50 metri per 25, sec­on­do le mis­ure rego­la­men­tari per ques­ta dis­ci­plina, che potrà anche essere uti­liz­za­ta per man­i­fes­tazioni diverse. I lavori, finanziati con un avan­zo di ammin­is­trazione di 700mila euro delib­er­a­to dal Con­siglio comu­nale nel luglio scor­so, inizier­an­no nei pri­mi mesi del 2007».Il prog­et­to, il cui cos­to totale si aggi­ra intorno ai 10 mil­ioni di euro, prevede inoltre un sec­on­do inter­ven­to che riguar­da la cop­er­tu­ra del­la pista, così da per­me­t­terne l’uso durante tut­to l’arco dell’anno ed anche in caso di mal­tem­po. La giun­ta comu­nale ha approva­to l’opera inseren­dola nel piano tri­en­nale delle opere pub­bliche, con una spe­sa pre­vista di 250mila euro. L’ultimo e più com­p­lesso inter­ven­to è quel­lo che riguar­da il Palazzet­to del­lo sport e le aree cir­costan­ti a des­ti­nazione sporti­va. «L’opera è inseri­ta nel piano tri­en­nale 2007/2009, annu­al­ità 2007, che ver­rà approva­to dal Con­siglio comu­nale in sede di bilan­cio — spie­ga Bertoni — Il finanzi­a­men­to dei 7,5 mil­ioni di euro nec­es­sari dovrà provenire da un’operazione di project financ­ing, per la quale la nor­ma­ti­va prevede un iter più lun­go, cir­ca sei mesi per il solo avvi­so. Quan­to alla prog­et­tazione, l’incarico per quel­la pre­lim­inare è già sta­to affida­to ad un pro­fes­sion­ista ester­no. È chiaro che pri­ma del­la redazione del prog­et­to defin­i­ti­vo, incon­tr­ere­mo i respon­s­abili delle asso­ci­azioni inter­es­sate per ascoltare da loro sug­ger­i­men­ti e proposte».