L’Ateneo di Salò e i Liceo E. Fermi insieme per le celebrazioni dei suoi 450 anni

05/02/2015 in Attualità, Cultura
Parole chiave: -
Di Redazione

Il ter­zo even­to comune tra l’ – che cel­e­bra i l suoi 450 anni — e il Liceo Enri­co Fer­mi di Salò – che fes­teggia i suoi 50 anni – ven­erdì 6 feb­braio, a par­tire dal­la 8.45, sarà ded­i­ca­to a “Il Gar­da e l’arte: sto­ria, artisti, mon­u­men­ti”.Scar­i­ca qui l’invito.

Il con­veg­no sarà aper­to e coor­di­na­to dal prof. Vale­rio Ter­raroli, noto stori­co dell’arte e docente dell’ di Verona.

Alcu­ni tra i più autorevoli esper­ti del set­tore faran­no un ampio excur­sus sui vari aspet­ti del­la cul­tura artis­ti­ca sul lago di Gar­da e din­torni, a par­tire dall’epoca rinasci­men­tale fino ai giorni nostri.

Fra gli altri, Pao­lo Bertel­li dell’Università di Verona illus­tr­erà la res­i­den­za garde­sana dei duchi di Man­to­va; Ste­fano L’Occaso, del­la Soprint­en­den­za di Man­to­va, descriverà le pre­sen­ze venete e veneziane nel­la pri­ma metà del 600; Mon­i­ca Molteni dell’università di Verona, descriverà i prob­le­mi tec­ni­ci e di restau­ro del ciclo di Andrea Celesti nel­la par­roc­chiale di Toscolano; Ste­fa­nia Cretel­la, Uni­ver­sità di Verona, pre­sen­terà “La grande dec­o­razione tra baroc­co e rococò sul­la spon­da bres­ciana del Benà­co”; Lucia Mor, esper­ta di let­ter­atu­ra tedesca e docente alla Uni­ver­sità Cat­toli­ca di Bres­cia, riferirà sull’attenzione che il Bote der Gar­dasee – riv­ista  in lin­gua tedesca che tra il 1900 e il 1914 infor­ma­va i tur­isti d’Oltralpe sulle bellezze e le inizia­tive bena­cen­si  —  ris­er­va­va al tur­is­mo tedesco sul lago di Gar­da; la stor­i­ca dell’arte Michela Val­ot­ti pre­sen­terà i prin­ci­pali mon­u­men­ti del ter­ri­to­rio del­la pri­ma metà del Novecento.

La man­i­fes­tazione, aper­ta al pub­bli­co, si ter­rà nell’aula magna del liceo Fer­mi (via delle Foibe) di Salò.

Con­sid­e­ri­amo par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­ti­va ques­ta inizia­ti­va – dichiara Pino Mongiel­lo, Pres­i­dente dell’Ateneo —  diret­ta a ori­entare i gio­vani ver­so la conoscen­za del mon­do artis­ti­co del­la nos­tra zona,  in sin­to­nia con lo spir­i­to ped­a­gogi­co orig­i­nale dell’Accademia degli Una­n­i­mi che si adop­er­a­va per la dif­fu­sione del­la cul­tura in tut­ti i ceti del­la popo­lazione, soprat­tut­to tra i gio­vani. Fun­zione che non si è per­sa, si è invece con­sol­i­da­ta, nel pas­sag­gio all’inizio dell’800 dall’Accademia degli Una­n­i­mi all’Ateneo”.

ad esauri­men­to posti

Parole chiave: -