Prosegue la raccolta di fondi per il nuovo ospedale oncologico di Rivoltella

«Laudato sì» apre nel 2011

Di Luca Delpozzo
M.TO.

La costruzione del nuo­vo ospedale onco­logi­co di Riv­oltel­la «Lauda­to sì» richia­ma gen­erosità e aiu­ti con­creti anche fuori dal­la nos­tra provincia.E men­tre con­tin­ua con entu­si­as­mo e fidu­cia la rac­col­ta di fon­di per finanziare l’impresa, c’è tra l’altro una data pre­cisa per il com­ple­ta­men­to del­la strut­tura che, stan­do alle pre­vi­sioni, potrebbe aprire i suoi bat­ten­ti il 23 set­tem­bre 2011.Grazie all’infaticabile opera del grup­po delle «Sen­tinelle del Lauda­to sì» e dell’omonima fon­dazione pre­siedu­ta da Ele­na Bet­ta, anche Verona ha potu­to conoscere attra­ver­so un con­cer­to di musi­ca sin­fon­i­ca tenu­tosi nel Duo­mo il prog­et­to del­la strut­tura sanitaria.Il con­cer­to dell’orchestra da cam­era «Cit­tà di Verona» diret­ta dal mae­stro Enri­co De Mori, è sta­to par­ti­co­lar­mente apprez­za­to dal numeroso pub­bli­co e dalle autorità civili e reli­giose pre­sen­ti, fra cui il Vesco­vo mon­sign­or Giuseppe Zen­ti che ha avu­to parole di apprez­za­men­to per l’opera san­i­taria e per il suo sosten­i­tore, don Pieri­no Fer­rari.