Domenica a Villa Alba saranno premiati con speciali riconoscimenti i più fedeli donatori gardesani. Il record appartiene a Giulio Mainetti, di Roè Volciano, con 131 prelievi

L’Avis festeggia i suoi campioni

21/10/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domeni­ca, a Vil­la Alba di Gar­done, si ter­rà la «Ser­atAvis», orga­niz­za­ta dall’associazione che rag­grup­pa i dona­tori di sangue di Salò, del­la Valte­n­e­si, dell’Alto Gar­da e di alcune local­ità del­la Valle Sab­bia. Dopo il salu­to dell’autorità (17.30), si svol­ger­an­no le pre­mi­azioni. Saran­no asseg­nati 79 diplo­mi (a col­oro che han­no effet­tua­to almeno otto don­azioni), 50 medaglie di bron­zo (quindi­ci), 73 d’ar­gen­to (ven­ticinque). Le 25 d’oro andran­no invece a Ser­gio Andreoli, Mau­r­izio Ansel­mi, Rober­to Bus­sei, Ste­lio Cal­dana, Vin­cen­zo Cresci­ni, Gui­do De Car­lo, Giu­liano Drovan­di, Luisa Ebra­nati, Rena­to Fran­chi­ni, Clau­dio Fran­zosi, Francesco Gia­co­mi­ni, Fran­co Gof­fi, Oscar Nec­chi­ni, Car­lo Par­di, Pier­gior­gio Pec­chio, Ermelin­da Rag­gi, Emilio Rav­era, Gian­car­lo San­dri, Gui­do Sarz­i­na, Davide Tartaglia, Ful­vio Toni­ni, Pao­la Voltoli­ni, Ange­lo Zam­bar­da, Giuseppe Zeni e Fran­co Zubiani, tut­ti arrivati al rag­guarde­v­ole tra­guar­do delle 50 donazioni.Ma ci sono anche i dis­tin­tivi d’oro, asseg­nati a quan­ti han­no super­a­to quo­ta 75. Ecco il nome dei nove «big»: Nar­cisa Alber­ta, Elvezio Bus­sei, Agosti­no Calu­bi­ni, Luciano Cedenel­la, Domeni­co Gof­fi, Osval­do Mon­ti, Andrea Pel­le­gri­ni, Emanuele Ronchi e Faus­to Tran­quil­li. Il mas­si­mo riconosci­men­to, la croce d’oro, andrà invece a Lui­gi Bergo­mi, classe ’46, salo­di­ano di Vil­la, che è rius­ci­to a tagliare il tra­guar­do delle 100 don­azioni. Ma c’è chi ha fat­to anco­ra meglio. Giulio Mainet­ti, di Roè Vol­ciano, ha rag­giun­to le 131, e i pre­sen­ti lo applaudi­ran­no in maniera calorosa.Successivamente gli stu­den­ti del­l’is­ti­tu­to «Cate­ri­na De Medici» offriran­no il buf­fet, accom­pa­g­na­to dai rossi e dai bianchi del­la «Stra­da dei vini e dei sapori del Gar­da». Alle 21 lo spet­ta­co­lo di cabaret con il comi­co Gior­gio Zanet­ti, di Zelig. Alle 22 il con­cer­to del grup­po musi­cale «Casano­va». L’ di Salò è atti­va da 36 anni. Nel 2004 ha rac­colto 2.596 don­azioni, di cui 1.826 di sangue e 770 di plas­ma. 2.237 quelle del 2005, dal 1 gen­naio al 19 otto­bre: il 69% di sangue intero (1.539) e il 31% di plas­ma (698). Pur essendo qua­si 1.600, prove­ni­en­ti anche da local­ità dell’entroterra (Mag­a­sa, Valvesti­no)), i soci attivi allo scor­so 31 dicem­bre era­no 1.218 (e, ora, 1.137, di cui 763 maschi e 374 fem­mine), e vista la cres­cente richi­es­ta l’obiettivo è di reclutare nuove leve. Chi fos­se inten­zion­a­to a diventare un dona­tore può recar­si pres­so la sede di via Can­ot­tieri, all’ingresso dell’ospedale, aper­ta tutte le mat­tine dalle 7.30 alle 9.30, tranne il giovedì, il saba­to e la domeni­ca. Il con­siglio diret­ti­vo, in car­i­ca fino al 2008, è pre­siedu­to da Gian­lu­ca Banalot­ti, coa­d­i­u­va­to da due vice: Regi­na Gaoso e Dino Comi­ni. Seg­re­tario è Rino Apol­lo­nio, ammin­is­tra­tore Dario Righet­ti­ni, diret­tore san­i­tario Ser­gio Cantiero.L’associazione sta pub­bli­ciz­zan­do la pro­pria attiv­ità con una serie di inizia­tive riv­olte ai gio­vani. Domeni­ca sali­ran­no sul pal­co di Vil­la Alba, oltre a Zanet­ti, i «Casano­va». Il grup­po è com­pos­to da Luca Arti­oli, Mau­r­izio e Rober­to Gian­none, che nel­la notte di San Sil­ve­stro 2000 han­no suona­to alla por­ta di Bran­de­bur­go, davan­ti a due mil­ioni di per­sone. La band pro­pone musi­ca mod­er­na e tradizionale, pop inter­nazionale, lati­no-amer­i­cana e com­po­sizioni proprie.Zanetti, pre­sen­ta­tore tele­vi­si­vo per diverse emit­ten­ti locali e per Canale 5, con­dut­tore radio­fon­i­co, ha esor­di­to come cabaret­tista sul pal­co del­lo Zelig di . Attra­ver­so un col­lage di monologhi, costel­lati di orig­i­nali bat­tute, Gior­gio per­lus­tra la realtà che ci cir­con­da sen­za mai cadere nel­la banal­ità, adden­tran­dosi in temi come la reli­gione, i rap­por­ti sociali, la psi­colo­gia, la polit­i­ca. I suoi strav­a­gan­ti e diver­ten­ti per­son­ag­gi, come suor Letizia, si alter­nano dan­do vita a una car­rel­la­ta di situ­azioni vivaci ed incalzanti.

Parole chiave: -