Lo stadio comunale diventa un cantiere

Lavori alla palazzina servizi

30/09/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Inizier­an­no ai pri­mi d’ottobre i lavori per il rifaci­men­to del­la palazz­i­na degli impianti sportivi in local­ità Qua­iara. Ad aggiu­di­car­si l’appalto è sta­ta la dit­ta Costruzioni Elet­tra di Verona, che, sec­on­do prog­et­to, mod­i­ficherà rad­i­cal­mente l’attuale edi­fi­cio real­iz­zan­do spazi dis­tribuiti su due piani. Al piano ter­ra ver­ran­no sis­temati gli spoglia­toi, tut­ti doppi, per il ten­nis, il cal­cio e ad uso del­la ter­na arbi­trale. Ci saran­no due mag­a­zz­i­ni (uno per il cal­cio e l’altro per il ten­nis), l’infermeria, il bar e la sala per le soci­età sportive, con annes­so uffi­cio e rel­a­tivi servizi acces­si­bili dall’interno e dall’esterno del­la palazz­i­na. Sem­pre al piano ter­ra, ver­rà col­lo­ca­ta la bigli­et­te­ria per il cal­cio con la chiusura degli uffi­ci attuali, che si trovano a fian­co del parcheg­gio del cimitero. Al pri­mo piano sarà invece costru­i­ta una palestra di 150 metri quadri. L’ingresso dei gio­ca­tori alla strut­tura sporti­va sarà sep­a­ra­to dall’ingresso ris­er­va­to invece agli spet­ta­tori: in prat­i­ca gli atleti parcheg­ger­an­no le auto ed entr­eran­no al cam­po pas­san­do a fian­co del cor­so d’acqua San Severo, nell’area dove una vol­ta era col­lo­ca­ta l’isola eco­log­i­ca. Oltre alla com­ple­ta ristrut­turazione del­la palazz­i­na, è pre­vista anche la real­iz­zazione di un cam­po di cal­cet­to: questo occu­perà la super­fi­cie dell’attuale cam­po di ten­nis in tar­tan e l’area dell’ingresso per gli spet­ta­tori, che ver­rà elim­i­na­to. Un sec­on­do ret­tan­go­lo in ter­ra bat­tuta per il ten­nis ver­rà costru­ito vici­no a quel­lo preesistente, lun­go il prog­no San Severo. Immu­ta­to rimane il cam­po di cal­cio, che non subirà alcu­na vari­azione. L’importo dei lavori, in due stral­ci, ammon­ta a 730 mila euro. Di questi, 100 mila arrivano dal­la , che ha elar­gi­to il con­trib­u­to al Comune gra­zie all’indicazione dell’assessore com­pe­tente Mas­si­mo Gior­get­ti. I lavori non bloc­cher­an­no l’attività ago­nis­ti­ca delle squadre del Bena­co, che mili­ta in Pri­ma cat­e­go­ria, e degli Ama­tori. «Abbi­amo cer­ca­to di trovare, nei pae­si lim­itrofi, la disponi­bil­ità di un nuo­vo ret­tan­go­lo di gio­co per le com­pagi­ni gial­loblù», affer­ma il locale asses­sore ai lavori pub­bli­ci, Francesco Mar­chiori, «ma purtrop­po non c’è sta­to nul­la da fare. Alla fine i diri­gen­ti del Bena­co han­no deciso di rimanere a e di usare per le gare casal­inghe gli spoglia­toi pre­sen­ti a fian­co del campet­to degli allena­men­ti. Ovvi­a­mente attuer­e­mo tutte le nec­es­sarie mis­ure di sicurez­za per con­sen­tire l’accesso dei gio­ca­tori e del pub­bli­co all’impianto sporti­vo, nonos­tante i lavori in corso».

Parole chiave: