Gardesana chiusa per un mese tra Riva e Limone

Lavori nella nuova galleria

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.i.

Da domani, la sarà chiusa per lavori di com­ple­ta­men­to alla nuo­va gal­le­ria real­iz­za­ta in pri­mav­era tra Riva e Limone. L’im­por­tante arte­ria ver­rà ria­per­ta al traf­fi­co soltan­to il 15 dicem­bre. Lo ha reso noto la Provin­cia autono­ma di Tren­to che ha con­ces­so un sen­so uni­co alter­na­to soltan­to per domani tra le 10 e le 24. Il nuo­vo tun­nel si era reso nec­es­sario dopo la frana del­lo Sper­one di fine ’99. Trop­po peri­coloso quel trat­to di stra­da lun­go il lago per non pen­sare a una gal­le­ria di oltre un chilometro. Fu real­iz­za­ta a tem­pi record e aper­ta in luglio alla pre­sen­za del capo del­lo Sta­to, Car­lo Azeglio Ciampi. Ora i lavori di com­ple­ta­men­to che avran­no la dura­ta di un mese cir­ca. Va anche ricorda­to che i sin­daci dei Comu­ni del­la spon­da bres­ciana, pre­oc­cu­pati per la sicurez­za del trac­cia­to lom­bar­do del­la Garde­sana, pre­mono per una sis­temazione rad­i­cale del­la statale a sud di Limone. Il pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana del­l’Al­to Gar­da, Bruno Faus­ti­ni, a nome degli ammin­is­tra­tori del­la fas­cia costiera ha scrit­to nei giorni scor­si al min­istro ai Lavori pub­bli­ci, Pietro Lunar­di, per sol­lecitare un suo rapi­do inter­es­sa­men­to. Le richi­este, emerse in un incon­tro tenu­tosi nei giorni scor­si a Limone, pun­tano a un inter­ven­to ener­gi­co per sis­temare i prob­le­mi nei trat­ti tra Limone e Gargnano e tra Salò e Toscolano, che furono inter­es­sati negli anni scor­si da diverse frane. Per ottenere dei risul­tati apprez­z­abili i pri­mi cit­ta­di­ni bena­cen­si e l’asses­sore ai lavori pub­bli­ci del­la Provin­cia di Bres­cia, , sono con­vin­ti che occor­ra­no inter­ven­ti per almeno 300 mil­iar­di di lire.

Parole chiave: