Con un anticipo di due settimane la galleria fra Gavardo e Villanuova è ultimata. Via libera alle auto fra oggi e domani. Il ruolo dei vigili

Lavori-record, riapre la 45 bis

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

Nes­suno se l’aspettava ed è sta­to un ful­mine a ciel sereno. Ma final­mente la notizia è di quelle davvero buone. Con un anticipo di ben 14 giorni, la gal­le­ria del­la tan­gen­ziale 45 bis fra Gavar­do e Vil­lan­uo­va da oggi di nuo­vo aper­ta l traf­fi­co. Fine delle code, insom­ma. A dare l’an­nun­cio è sta­to l’asses­sore ai Lavori pub­bli­ci di Vil­lan­uo­va Giuseppe che, non nascon­den­do una legit­ti­ma sod­dis­fazione, ammette: «Al momen­to del­la chiusura i diri­gen­ti Anas mi ave­vano con­fida­to che molto prob­a­bil­mente la stra­da avrebbe potu­to essere ria­per­ta ven­erdì 12 luglio, ma non aven­do alcu­na certez­za e per non creare aspet­ta­tive poi smen­tite, l’Anas decise di sta­bilire la ria­per­tu­ra per ven­erdì 19 luglio. Ieri, non sen­za una cer­ta sor­pre­sa, mi han­no comu­ni­ca­to che la stra­da pote­va essere ria­per­ta dal 5 luglio». Una bel­la sor­pre­sa, se si con­sid­era che i lavori di sis­temazione del­la gal­le­ria — dopo la cadu­ta di un mas­so, alcu­ni mesi fa — si era­no resi asso­lu­ta­mente nec­es­sari e soprat­tut­to impro­ro­ga­bili, anche se coin­cide­vano con il peri­o­do di mas­si­ma fruibil­ità del­la stra­da stes­sa. La chiusura del­la 45 bis ave­va infat­ti coin­volto anche il comune di Gavar­do, ulti­ma usci­ta disponi­bile, che è sta­to costret­to a deviare il traf­fi­co attra­ver­so il suo cen­tro abi­ta­to con i dis­a­gi, i ral­len­ta­men­ti e le proteste che si pos­sono facil­mente immag­inare. Ora però sem­bra che i dis­a­gi siano alla fine. «Sono pas­sato ieri per con­trol­lare il cantiere con il capos­trut­tura ingeg­n­er Fior­i­ni — ha chiar­i­to l’asses­sore provin­ciale ai Lavori pub­bli­ci, — e ho potu­to costatare che i lavori era­no prati­ca­mente qua­si con­clusi. Lo stes­so Fior­i­ni mi ave­va con­fer­ma­to che, al più tar­di saba­to alle 12, ma con ogni prob­a­bil­ità anco­ra ven­erdì in gior­na­ta, la stra­da sarebbe sta­ta ria­per­ta». Dunque, sono al ter­mine i lavori di allunga­men­to del­la gal­le­ria arti­fi­ciale e la sis­temazione di quel­la nat­u­rale; l’ul­ti­mo tas­sel­lo è sta­to il sig­illo alle travi, dopodichè i lavori pros­eguiran­no all’ester­no del tun­nel, ver­so il pen­dio del Monte Covo­lo, ma non inter­esser­an­no la del­la tan­gen­ziale, «sal­vo pic­coli dis­a­gi nei prossi­mi giorni», come si legge nel comu­ni­ca­to diram­a­to dal Comune di Vil­lan­uo­va. Dunque la stra­da non sarà più inter­rot­ta e la via­bil­ità per il Gar­da (se si esclude il caso del ponte a Prevalle che coin­volge in parte il tran­si­to per il lago) potrà final­mente ripren­dere il suo nor­male cor­so. Ver­ran­no dunque tolti anche i due stop posti sul­la stra­da provin­ciale, che han­no negli ulti­mi giorni forte­mente dis­ori­en­ta­to gli auto­mo­bilisti in quan­to inter­rompe­vano di fat­to un ret­ti­li­neo, dan­do la prece­den­za a chi usci­va dal­la tan­gen­ziale. Il moti­vo del­la creazione di questi stop è molto sem­plice: il deside­rio da parte del­l’Anas di non creare code nelle gal­lerie che pre­ce­dono lo svin­co­lo di Vil­lan­uo­va. Di fat­to però l’incrocio, con le nuove prece­den­ze, ave­va dis­ori­en­ta­to gli auto­mo­bilisti che non era­no abit­uati a inter­rompere un ret­ti­li­neo e a dare una prece­den­za che fino a poco pri­ma non esiste­va. Dal­l’al­tra parte, anche chi usci­va dal­la tan­gen­ziale si trova­va in dif­fi­coltà, con il risul­ta­to di creare con­fu­sione e ulte­ri­ori ral­len­ta­men­ti. Il comune di Vil­lan­uo­va ave­va risolto il prob­le­ma posizio­nan­do un agente di polizia munic­i­pale a rego­lare il traf­fi­co, toglien­do­lo dal semaforo prece­dente, dove era fon­da­men­tale la sua pre­sen­za. La Polizia munic­i­pale ave­va dunque dovu­to fare i con­ti un una mole di lavoro sup­ple­mentare; di qui la deci­sione di chia­mare in servizio due agen­ti del­la Polizia provin­ciale, in gra­do di inter­venire in situ­azioni di emer­gen­za come ques­ta. Da un paio di giorni i due agen­ti regolano il traf­fi­co a Vil­lan­uo­va nelle ore di pun­ta: dalle 11 alle 12.30 e dalle 17 alle 19. La richi­es­ta era in fun­zione del­la chiusura del­la stra­da e quin­di il servizio da oggi dovrebbe esaurir­si. Ver­rà invece pro­l­un­ga­to di un giorno, in quan­to domani tut­ti i dipen­den­ti del Comune di Vil­lan­uo­va saran­no in licen­za, essendo invi­tati al mat­ri­mo­nio del loro col­le­ga Ser­gio Maf­fei, il capo del­la Polizia munic­i­pale, che si svol­gerà con rito civile alle 16 in Munici­pio. Toc­cherà dunque ai vig­ili sos­ti­tu­ti con­trol­lare il traf­fi­co ma — con la ria­per­tu­ra del­la tan­gen­ziale — il com­pi­to non dovrebbe pre­sentare par­ti­co­lari difficoltà.

Parole chiave: -