La presentazione nell’auditorium dell’Itc Battisti: sono otto i consiglieri comunali uscenti, dodici le «new entry». Cipani appoggiato da Forza Italia, An e Udc: «Vogliamo l’ospedale nuovo»

L’avvocato in cerca di conferma

06/05/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Nell’auditorium dell’Istituto tec­ni­co Bat­tisti, è sta­ta pre­sen­ta­ta «Salò 2000», la lista che rican­di­da a sin­da­co l’avvocato Gian­pietro Cipani, for­ma­ta da iscrit­ti a Forza Italia, An, Udc e indipen­den­ti. La Lega Nord, invece, ha scel­to di cor­rere da sola. Tra i 20 com­po­nen­ti, ci sono 8 con­siglieri uscen­ti: Bruno Faus­ti­ni, il capogrup­po, pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana , Bernar­do Berar­dinel­li, asses­sore ai Lavori pub­bli­ci, Alber­to Colom­bo, asses­sore all’Ecologia e all’ambiente, Gabriele Cominot­ti, asses­sore alla Pub­bli­ca istruzione e allo sport, Nir­vana Grisi, pres­i­dente dei com­mer­cianti, Mag­gi Pasquale, che si è occu­pa­to di , Bruno Marel­li e Cris­t­ian Polli­ni, chiam­a­to dagli ami­ci «il par­ro­co», vis­to che ave­va il com­pi­to di cel­e­brare i mat­ri­moni. I nuovi sono 12: Clara Bac­coli in Colot­ti, Ser­gio Bas­set­ti, pres­i­dente degli alber­ga­tori di Salò e Gar­done, numero 2 del Con­sorzio Riv­iera dei Limoni, Francesco Bersat­ti, car­di­ol­o­go, pres­i­dente del­la , Gualtiero Comi­ni, diret­tore del­la Scar di Roè, Mar­co Fontana, Pao­la Laz­zari in Arceri, che gui­da il con­siglio di isti­tu­to delle scuole medie, Lau­ra Led­da, Roc­co Lipari, Fran­ca Pasqua in Nedrot­ti, Alber­to Peliz­zari, pres­i­dente provin­ciale dei con­sulen­ti del lavoro, Euge­nio Sal­vadori e Ser­gio Vas­sal­lo, stu­dente uni­ver­si­tario. «Cinque anni fa ? ha det­to Cipani — abbi­amo pre­so una cit­tà rasseg­na­ta a non crescere, dif­fi­dente nei con­fron­ti del­la classe politiche e incer­ta sulle scelte. Noi siamo rius­ci­ti a ridare a Salò la voglia di crescere, e prospet­tive diverse. I nos­tri prin­cipi: spir­i­to di servizio, impeg­no, umiltà, tena­cia, seri­età». Il sin­da­co si è sof­fer­ma­to sulle cose fat­te, e sug­li obi­et­tivi da rag­giun­gere. Per quan­to riguar­da l’urbanistica, «studier­e­mo un nuo­vo piano rego­la­tore, con una grande atten­zione ai temi del tur­is­mo. Edilizia: bisogn­erà andare a reprimere chi ha costru­ito in maniera dif­forme dal­la con­ces­sione rilas­ci­a­ta. Parcheg­gi: in cinque anni abbi­amo lavo­ra­to con tena­cia e impeg­no, cre­an­do le pre­messe per aumentare di 1.300 i posti auto, gra­zie agli inter­ven­ti nel piaz­za­le Mar­tiri del­la Lib­ertà (l’avvio è ormai immi­nente), in via Brunati e nel com­p­lesso Gas­paro». «Per l’edilizia res­i­den­ziale sociale real­izzer­e­mo allog­gi in local­ità Gasia, con un con­trib­u­to a fon­do per­du­to di un mil­ione e 600 mila euro, e 800 mila a cari­co dell’amministrazione comu­nale, da asseg­nare a canoni sim­bol­i­ci. I mini allog­gi pro­tet­ti, per anziani parzial­mente non auto­suf­fi­ci­en­ti, vici­no alla casa di riposo. Ecolo­gia e ambi­ente: sis­te­mer­e­mo l’area di Madon­na del Rio, com­pleter­e­mo la rete dei sen­tieri, effettuer­e­mo la manuten­zione dei tor­ren­ti (per il Bar­bara­no la Regione ha con­ces­so uno stanzi­a­men­to a fon­do per­du­to di due mil­iar­di e mez­zo di vec­chie lire). Strade: l’Anas ha appal­ta­to i lavori per l’adeguamento di alcu­ni pun­ti del­la 45 bis, i lavori par­ti­ran­no entro la fine dell’anno, e la spe­sa sarà di 43 mil­iar­di». Il sin­da­co uscente si è sof­fer­ma­to su numerosi temi: la passeg­gia­ta a lago («il 5 giug­no inau­gur­ere­mo piaz­za Serenis­si­ma, a fian­co del­la Can­ot­tieri, con il col­lega­men­to fino al por­to del­la Sire­na, dopo di che rimar­rà il trat­to dall’ex macel­lo alla pizze­ria Vela»), la casa del­la cul­tura nell’ex col­le­gio civi­co, il teatro («occor­rono otto mil­iar­di»), il arche­o­logi­co («ver­rà sis­tem­ato nel Fon­da­co di Palaz­zo Coen»), le opere nelle frazioni, i , l’ospedale («ci siamo dati da fare per trovare le risorse, e i 29 mil­ioni di euro stanziati dal­la Regione devono essere des­ti­nati a un nuo­vo ospedale per acu­ti a Roè Vol­ciano, Limone di Piemonte o Vil­la di Salò, al momen­to non esiste altra soluzione»), le scuole, le man­i­fes­tazioni, ecc. È sta­to dif­fu­so anche il cal­en­dario dei prossi­mi incon­tri: mart­edì 11 mag­gio, ore 21, al Cen­tro sociale «I pini» con geometri, architet­ti, ingeg­neri, avvo­cati, medici, ragion­ieri e com­mer­cial­isti; giovedì 13 con alber­ga­tori, com­mer­cianti, arti­giani e agri­coltori; mart­edì 18 con le asso­ci­azioni di volon­tari­a­to; mer­coledì 19 al Palazzet­to del­lo sport Mir­tillo Gnes con gli abi­tan­ti del­la frazione di Bar­bara­no. E così via fino alla bic­chier­a­ta finale del 10 giug­no alla Con­ca d’oro.