In fase operativa già trenta impianti nei Comuni serviti dal consorzio della riviera bresciana

L’azienda Garda Unopunta sul fotovoltaico

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

Trenta impianti già oper­a­tivi, 9 in fase di com­ple­ta­men­to e 81 prog­et­ti in cor­so di elab­o­razione. Sono i numeri del foto­voltaico di Gar­da Uno Spa, l’azienda di servizio dei Comu­ni del­la riv­iera bres­ciana del Gar­da e dell’entroterra. La soci­età, gesti­ta dal con­siglio di ammin­is­trazione pre­siedu­to dal sin­da­co di Lona­to e diret­ta da Fran­co Richet­ti, da due anni è impeg­na­ta nel­la real­iz­zazione di cen­trali che sfrut­ti­no l’energia del sole, con l’obiettivo di rag­giun­gere l’autosufficienza energetica.Trenta impianti sono sta­ti già atti­vati nei Comu­ni di Cal­vagese, Carpenedo­lo, Desen­zano, Gar­done, Gargnano, Lona­to, Maner­ba, Padenghe, Polpe­nazze, Poz­zolen­go, Pueg­na­go, Roè Vol­ciano, Salò, San Felice, Sirmione, Soiano, Tig­nale e Toscolano. Han­no una poten­za di 450 kw per una pro­duzione annua di 518.000 kw e dan­no ener­gia a scuole, palestre, ambu­la­tori, municipi, case per anziani, cen­tro sporti­vo, uffi­ci. Altri impianti entr­eran­no in attiv­ità entro fine anno a Carpenedo­lo, Cas­tiglione, Desen­zano, Limone, Lona­to, Soiano e Tremo­sine per un inves­ti­men­to di qua­si 3 mil­ioni di euro.Le domande di costruzione di nuovi impianti sono 81 e inter­es­sano tut­ta la provin­cia di Bres­cia; 19 sono state val­u­tate dai tec­ni­ci e in 6 casi gli inter­es­sati han­no già con­fer­ma­to l’ ade­sione. Gran parte delle richi­este riguardano aziende agri­cole asso­ciate alla Coldiret­ti e altre aziende pro­dut­tive han­no dimostra­to inter­esse. Se agli impianti già in fun­zione si aggiunger­an­no quel­li in fase di prog­et­tazione e val­u­tazione si arriverà ad una poten­za instal­la­ta di 8.561 kw per una pro­duzione annua pre­vista di 9.846.000 kw.«GARDA UNO crede nel foto­voltaico — sot­to­lin­ea Boc­chio -. Il nos­tro «set­tore ener­gia» che cura stu­di, prog­et­tazione, real­iz­zazione e ges­tione degli impianti ha acquisi­to notev­ole espe­rien­za in questo cam­po. Non a caso molti Comu­ni ci han­no affida­to la real­iz­zazione degli impianti sui loro edi­fi­ci. È pari­men­ti una scelta ben pre­cisa quel­la del­la fed­er­azione provin­ciale del­la Coldiret­ti che ha siglato una con­ven­zione con la nos­tra azien­da per gli inves­ti­men­ti nel foto­voltaico nel set­tore agri­coltura . Le poten­zial­ità sono notevoli, se si ricor­da che le aziende agri­cole asso­ciate sono ben 9000 in provin­cia di Brescia».«Grazie all’esperienza mat­u­ra­ta — aggiunge Richet­ti — l’impegno nel foto­voltaico ha avu­to una notev­ole accel­er­azione, per l’interesse man­i­fes­ta­to da aziende, comu­nità, strut­ture ricettive, attiv­ità pro­dut­tive e agri­coltori. È ris­er­va­to a questo set­tore l’accordo di pochi mesi fa fra il pres­i­dente Coldiret­ti Ettore Pran­di­ni e quel­lo di Gar­da Uno. Tan­to che l’azienda di servizi prevede di inve­stire, nel tri­en­nio, 20 mil­ioni di euro per instal­lare impianti per 4 megawatt».

Parole chiave: