L’azienda di Manerbio Finchimica e Intelco insieme: al via la digitalizzazione del settore HR

28/02/2018 in Attualità, Economia
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Lo sta­bil­i­men­to di Maner­bio Finchim­i­ca ha cap­ta­to tut­ta l’importanza del­la dig­i­tal­iz­zazione nel set­tore dei pro­ces­si delle risorse umane: in un’era vota­ta alla tec­nolo­gia e al dig­i­tal, qual­si­asi impre­sa deve nec­es­sari­a­mente plas­mar­si seguen­do le inno­vazioni tec­no­logiche. Per quan­to con­cerne l’ambito delle Human Resources (HR) l’azienda bres­ciana ha scel­to Intel­co: una soci­età molto nota in questo ambito, già pro­tag­o­nista di numerose col­lab­o­razioni con aziende di grande spes­sore nazionale e inter­nazionale. Quali sono sta­ti, dunque, i frut­ti di questo con­nu­bio fra Finchim­i­ca e Intel­co, nell’ambito del­la dig­i­tal­iz­zazione delle risorse umane?

Finchim­i­ca di Maner­bio ha scel­to Intel­co: quali sono sta­ti i risul­tati?

Intel­co si occu­perà di dig­i­tal­iz­zare i flus­si e ogni sin­go­lo proces­so rel­a­ti­va al com­par­to Human Resources di Finchim­i­ca, con l’obiettivo di mod­ern­iz­zare l’azienda e di con­durla per mano ver­so il futuro: è un proces­so molto impor­tante, per­ché il set­tore HR rap­p­re­sen­ta il cuore di un busi­ness fun­zio­nante e ottimiz­za­to per la vit­to­ria. Quali sono sta­ti i risul­tati fino­ra rag­giun­ti da questo con­nu­bio Finchim­i­ca-Intel­co? In pri­mo luo­go l’implementazione del pay­roll, la ges­tione buste paga e la ges­tione delle pre­sen­ze in out­sourc­ing, ma anche una serie di stru­men­ti infor­mati­ci inte­grati al por­tale web dell’azienda Finchim­i­ca di Maner­bio: si par­la ad esem­pio del tool per il riscon­tro degli acces­si sul sito, insieme all’integrazione dei varchi perime­trali. Saran­no poi altre le novità che nascer­an­no da ques­ta inte­sa fra Intel­co e Finchim­i­ca di Maner­bio, con lo scopo di ottenere una ges­tione delle risorse umane in lin­ea con le novità tec­no­logiche e dig­i­tali del set­tore.

Finchim­i­ca e Intel­co: un appro­fondi­men­to su entrambe

Regalare un val­ore aggiun­to: è questo lo scopo dell’ottimizzazione del com­par­to delle risorse umane, ad oggi nec­es­sario per poten­ziare la ges­tione inter­na e di rif­lesso la com­pet­i­tiv­ità di un’impresa. Nor­male dunque che l’azienda leader nel set­tore degli agro-far­ma­ci e dei dis­er­ban­ti chimi­ci per le colti­vazioni abbia scel­to una soci­età altret­tan­to nota come Intel­co, che da anni si occu­pa di erog­a­re con­sulen­ze e di fornire servizi hi-tech nell’ambito delle Human Resources. I sud­det­ti includono un elen­co com­pos­to da diverse voci: si va dalle for­ni­ture tec­no­logiche a carat­tere hard­ware e soft­ware, fino ad arrivare alle con­sulen­ze in mer­i­to alla ges­tione del per­son­ale, e agli aspet­ti ammin­is­tra­tivi e con­tabili. Non è un caso che la sto­ria di queste due soci­età sia par­ti­ta qua­si in sim­biosi, in quan­to a date di nasci­ta: il 1985 per la Intel­co, il 1976 per Finchim­i­ca di Maner­bio.

Commenti

commenti